Tasti di scelta rapida del sito: Menu principale | Corpo della pagina | Vai alla colonna di sinistra

AST | Recupero e diffusione degli inventari degli archivi toscani
Menu di navigazione
Home » Ricerca guidata » Complessi archivistici - Fondi » Visualizza scheda
stampa

Colonna con sottomenu di navigazione


Contenuto della pagina


Comunità di Bagnone

Livello: fondo

Estremi cronologici: 1777 - 1808

Consistenza: 53 unità

Conformemente alle norme contenute nel citato regolamento, la nuova comunità di Bagnone doveva essere amministrata da un Magistrato comunitativo e da un Consiglio generale il cui incarico aveva durata annuale. Il Magistrato era composto da cinque priori e un gonfaloniere che lo presiedeva, estratti da una borsa, nella quale erano stati inseriti in tante cedole, o polizze distinte i nomi di tutti i possessori di beni stabili descritti, o da descriversi purché tali beni portino per ciascun possessore in una, o più partite, almeno la somma di scudi cento della massa dell'estimo 1 . Il Consiglio generale era costituito dai residenti nel Magistrato e da venti consiglieri, rappresentanti dei venti popoli compresi nella comunità estratti da borse formate presso ciascun popolo, in cui erano inclusi i possidenti di beni immobili o di rendite di qualunque entità. Tutte le suddette borse dovevano essere conservate nella Terra di Bagnone, nella stanza dell'archivio e custodirsi serrate a due chiavi, una delle quali doveva stare presso il Gonfaloniere pro tempore e l'altra presso il Cancelliere comunitativo.




icona top