Tasti di scelta rapida del sito: Menu principale | Corpo della pagina | Vai alla colonna di sinistra

AST | Recupero e diffusione degli inventari degli archivi toscani
Menu di navigazione
Home » Ricerca guidata » Complessi archivistici - Tutti i complessi » Visualizza scheda
stampa

Colonna con sottomenu di navigazione


Contenuto della pagina


Statuti icona

Livello: serie

Estremi cronologici: 1331 - 1612 apr. 28

Consistenza: 2 unità

La cospicua produzione legislativa del comune di Monsummano conferma la particolare autonomia di cui godevano i grossi borghi della Valdinievole fino a tutto il '500, pur in un'epoca, quella appunto di Cosimo I, in cui il governo centrale condusse con maggiore tenacia il tentativo di limitare le autonomie locali e di accentrare il controllo ducale sul dominio 1 . Gli statuti e le riforme erano infatti soggetti alla ratifica degli "approvatori degli statuti del contado e del distretto di Firenze" e, in seguito, della Pratica Segreta, istituita proprio da Cosimo I, i quali potevano anche modificare i testi e farvi delle aggiunte.
Insieme con i principali testi statutari del '300, redatti da commissioni di statutari nominati dal consiglio generale del comune, gli statuti contengono una molteplicità di riforme, aggiunte e correzioni, redatte anch'esse da statutari o riformatori, o capitoli deliberati direttamente dagli organi del comune, che addirittura si intensificano nella seconda metà del '500, proprio in concomitanza con l'accrescimento della legislazione ducale. Nei libri degli statuti si trovano poi anche copie di leggi e di ordini fiorentini, che in tale modo entravano a far parte integrante del diritto locale.
L'uso frequente del libro, che conteneva le fonti principali del diritto, determinò un tale deterioramento della scrittura e del supporto pergamenaceo che già nel 1720, anche per la sempre minore conoscenza dei caratteri della scrittura gotica, si rese necessario effettuarne una copia dal volume conservato a Firenze nell'Archivio delle Riformagioni, dalla quale furono escluse le parti più antiche, ritenute ormai non più valide, e quelle più recenti che il cancelliere comunitativo considerava ancora leggibili sul libro conservato nell'archivio del comune. Sulla situazione dei libri degli statuti riferì il 27 aprile 1746 il cancelliere Claudio Giovacchini all'auditore Pompeo Neri 2 . In quell'occasione si faceva notare che il libro della comunità di Monsummano era "di carattere difficile a intendersi e pare principiato nel 1542. Addirittura, a causa del suo "carattere non intellegibile", il cancelliere dichiarava di non poterne descrivere, come richiesto, "le aggiunte state fatte" e di doversi rifare interamente alla "copia fatta dall'Archivio delle Riformagioni l'anno 1720", e approvata dalla Pratica Segreta il 18 novembre 1722.
Nella descrizione del contenuto delle due filze si è seguito un criterio cronologico, che consente di seguire l'effettivo andamento dell'attività statuente del comune, ma di ciascuna parte si sono sempre indicate le carte dove è collocata. In nota si sono segnalate le difformità riscontrate con il testo del volume ora conservato presso l'Archivio di Stato di Firenze 3 .


1(1)
Statuti
Contiene:
cc. I-VIII
"Extractum statutorum Montis Sumani", repertorio di tutta la filza.
cc. 73r-99v (1331) 1
"Consti[tu]tum et correctiones et additiones constituti communis hominum et personaruma castri de Montesummano factum et compositum (...) per discretos, sapientes viros ser Puccinum quondam ser Villani, ser Gerinum filium Simi et Tanum quondam Martini, Deum quondam Hostigiani et Meum quondam Dini de Montesummano".

cc. 100r-101v (1335 lug. 25)
"Statuta et ordinamenta communis Montis Summani de novo facta et composita per discretos viros ser Jacobum quondam ser Villani, Tanum quondam Martini, Puccinum quondam Orlandi, Martinum quondam Puccini de Montesummano predicto statutarios compilatores ordinatores additores et correttores statutorum et ordinamentorum communis Montissummani ex balia et auctoritate eis concessa per dictum communem Montissumani".

c. 32r (1353 ott. 16
"Distributione dell'estimo di Valdinievole".

c. 32v (s.d.)
"Questo è quello che tocha a ciascheduno comune di Valdinievole delle spese che ochorrono secondo la sentenza di ser Coluccio Pieri da Sti[...] cancilieri de Signori Nove".

cc. 1r-30v [1372]
"Statuta, provisiones et ordinamenta communis et hominum de Monte Summano facta edita et composita (...) per me Simonem Martini et Philippum ser Niccolai notarios de Montesummano baliam habentes a dicto communi tempore potestarie nobilis et discreti viri Lodovici Jacobi de Giandonatis de Florentia honorandi potestatis dicti communi pro magnifico populo et communi Florentie".
Si divisono in cinque libri che riguardano rispettivamente gli uffici e gli ufficiali, le questioni civili, i malefici, i danni dati, gli "straordinari"; approvati con addizioni il 28 nov. 1372 (cc. 30v-31r).

cc. 33r-34v (1386 mar. 28)
"Autorità per rifare l'estimo". Provvisione del parlamento generale del comune insieme con il podestà.

cc. 35r-46r (1386 apr.)
"Statuta ordinamenta correctiones diminutiones additiones et detractiones statutorum communis Montis Summani provincie Vallis Nebule districtus Florentie facta per probos viros Coluccium Bendelli, Gianum Tinghi, Johannem Dati et Andream Minghi baliam habentes a dicto commune Montis Summani (...) et scricta et publicata per me Andream quondam Jacobi de Larciano notarium"; approvati con addizioni il 5 mag. 1386 (cc. 46v-47r).

cc. 47v-48r (1388 dic. 14)
"Proposita" di riforme fatte dal parlamento generale con il podestà; approvate con addizioni il 30 dicembre 1388 (cc. 48v-49r).

cc. 51r-57v (1394 lug. 29)
Capitoli dei paciali di Firenze sull'ufficio del podestà, dei vicari, dei capitani e degli altri ufficiali che esercitano la giurisdizione nel contado e nel distretto di Firenze.

c. 31v (1394 lug.)
"Leggie che nessuno rectore pigli altro che il suo diricto".

cc. 58r-59v (1397 dic. 26 - 27)2
Capitoli del comune.

cc. 60r-65v (1398 mar.)3
"Statuta ordinamenta correctiones diminutiones additiones et detractiones statutorum communis Montis Summani provincie Vallis Nebule districtus Florentie facta et ordinata per prudentes et discretos viros Cescum Johannis de Tornaquincis de Florentia civem honorandum florentinum honorandum potestatem communis Montissubmani per magnifico populo communis Florentie, Nicolaum Johannis, Filippum Colucci, Nicolaum Puccini, Antonium Landi, ser Luchese Bartolomei, ser Pierum ser Filippi, Nannes Giuglioli, Johannem Dati, Bartolum Vannis, Johannem Pieri, Antonium Colucci et Antonium Landi".

cc. 71v-72r (1424 ott. 3)
Capitoli dei Priori delle arti, del Gonfaloniere di giustizia, insieme con i Gonfalonieri delle società del popolo e i Dodici buoni uomini del comune di Firenze, e del Capitano di Parte guelfa dei popolari, sui notai, sui pegni e sulle condanne.

c. 72v (1426 set. 14)
"Copia di una lettera degli ufitiali del sale".

c. 106v (1451 dic. 12)
Lettera della Signoria di Firenze.

cc. 107r-109v (1457 ago.)
"Questi sono certi ordini et aggiunte, correctioni et diminutioni del comune di Montesummano a loro statuti facti, compositi et ordinati per prudenti et discreti huomini Marcho di Nicholao, Nicholao di Menicho, Bartholino di Forte, Pasquino di Biagio, Pagno di Jacopo, Mariotto di Stefano"; approvati con addizioni il 28 set. 1457 (c. 102r).

cc. 102v-103r
"Copia delle legge del sale fatta di giugno 1459".

cc. 103v-105v (1464 feb. 1)
Capitoli del comune.

c. 110v
"Copia" di partito sulla gabella del bestiame del 23 aprile 1471.

c. 111v (1473 mag.)
Capitoli del comune; approvati l'11 mag. 1473 (c. 112v).

cc. 113r-v [1477]
"Statuti, capitoli e ordinamenti del comune di Monte Sommano e homini di esso facti e composti e ordinati per (...) Bartholino di Forte, Pagnio di Jacopo, Antonio di Thomeo, Pasquino di Biagio, Antonio di Marcho e Mariotto di Stephano"; approvati il 21 mag. 1477 (c. 113v).

c. 114r (1486 set. 22)
Capitoli del comune; approvati il 6 feb. 1487 (c. 114v).

c. 116r (1497 apr. 23 - mag. 21)
Capitoli del comune; approvati il 5 lug. 1497 (c. 117r).

c. 118r (1504 set. 27)
Capitoli dei Cinque Conservatori del contado e distretto di Firenze.

cc. 121v-123v (s.d.)
Capitoli. Statutari: Basilio ill., Azzolino di Pasquino, Francesco di Mariotto, Marco di Jacopo; approvati il 19 gen. 1506 (c. 123v).

c. 124r (1509 gen. 29 - mar. 18)
Capitoli del comune; approvati il 10 apr. 1508 (c. 127r).

c. 133v (1510 mar. 1)
Capitoli del comune; approvati l'11 mar. 1510 c. 133r).

cc. 128r-129v (1517 ott. 6)
Riforma. Statutari: Azzolino di Pasquino, Giovanfrancesco di Basilio, Jacopo di Simone, Chiarito di Mariotto; approvata il 6 nov. 1517 (c. 130r).

cc. 131r-132v (1518 nov. 7)
Riforma. Statutari: Giovanfrancesco di Baislio, Simon Giani Lazarini, Quirico Bartolini, Paolo di Mariano di Michele, Salvatore di Marco di Andrea; approvata il 15 nov. 1518 (c. 132v).

cc. 134r-135r (1519 gen. 3 - 15)
Capitoli del comune; approvati il 14 mar. 1519 (c. 135v).

c. 136v (1524 dic. 7)
Riforma. Statutari: Simone di ill., Filippo d'Andrea, Tommaso di Novello, Antonio di Salvadore, Girolamo di Salvadore; approvata il 19 dic. 1524 (c. 137v).

c. 137v (1531 ott. 3)
Capitoli del comune; approvati nel 1533 (c. 138r).

cc. 138r-139r (1535 giu. 8)
Riforma. Statutari: Tommaso di Novello, Guaspar Casciani; approvata il 24 nov. 1535 (c. 139r).

c. 140v (1546 mag. 7)4
Capitoli del comune; approvati il 23 dic. 1546 (c. 141r).

cc. 141v-143r (1547 set. 24)
"Statuti et capitoli et ordinamenti del comune di Montesommano et homini di esso fatti et composti et hordinati per li prudenti homini Potente di Nicholao d'Azolino, Francesco di Nicholao d'Andrea, Lorenzo di Thomaso di Novello"; approvati il 22 ott. 1547 (c. 143v).

cc. 144r-v (1559 gen. 1)
Riforma. Statutari: Potente di Nicolao d'Azolino, Cesare di Raffaello di Novello.

cc.-146r (1559 apr. 30)
Capitoli del comune; approvati il 1 giu. 1559 (c. 146r-v).

cc. 146v-147v (1562 feb. 24)
Riforma. Statutari: Bastiano di Giovamfrancesco, Chiarito di Tomeo, Francesco di Antonio, Piero di Tonino; approvata il 13 apr. 1562 (cc. 147v-148v).

cc. 148v-149v (1565 apr. 20)
Riforma. Statutari: Potente Azzolini, Cesare di Raffaello di Novello, Chiarito di Tomeo di Jacopo; approvata il 7 mag. 1565 (cc. 149r-150r).

cc. 150r-151r (1566 set. 22)
Riforma. Statutari: Chiarito di Tomeo di Jacopo, Papino Mariotti, Alessandro Novelli, Salvadore di Jacopo di Michele; approvata il 20 nov. 1566 (c. 151r).

cc. 151v-153v (1570 ott. 29)
Riforma. Statutari: Potente Azzolini, Salvadore Casciani, Francesco Mariotti, Vermiglio Magrini, Vettorio di Marco d'Aiuto; approvata il 28 nov. 1570 (c. 153v).

cc. 155r-160v (1574 ago. 8)
Riforma5. Statutari: Potente Guerrieri, Salvadore Cellani, Matteo Magrini, Simone Mariotti, Vettorio di Marco d'Aiuto; approvata il 26 ago. 1574 (cc. 160v-161r).

cc. 161v-163r (1578 ago. 24)
Riforma. Statutari: Alessandro di Antonio, Potente di Niccolò, Salvadore di Jacopo, Vettorio di Marco, Tommeo di Chiarito, Andrea di Giuliano; approvata il 20 nov. 1578 (c. 163r).

cc. 164r-v (1580 feb. 29)
Capitoli del comune; approvati il 9 mar. 1580 (c. 164v).

cc. 165r-168r (1581 feb. 12)
Capitoli del comune; approvati il 22 feb. 1581 (cc. 168r-v).

cc. 169r-170v (1582 ago. 16)
Riforma. Statutari: Potente Guerrieri, Salvadore Casciani, Matteo Magrini, Tommaso Novelli, Michele di Maso di Simone; approvata il 5 set. 1582 (c. 170v).

cc. 171v-173r (1586 ago. 12)
Riforma. Statutari: Potente Guerrieri, Salvadore Casciani, Vettorio Martini, Tommaso Novelli, Niccolò Magrini, Pasquale Mariotti.

cc. 173v-174v (1590 ago. 5)
Riforma. Statutari: Potente Azzolini, Tommaso Novelli, Jacopo di Vermiglio, Pasquino Casciani, Chiarito Mariotti, Domenico Martini; approvata il 19 set. 1590 (c. 174v).

cc. 174v-176r (1594 lug. 17)
Riforma. Statutari: Pasquino Azzolini, Vettorio Martini, Stefano Novelli, Marco Casciani, Michele Mariotti, Tomeo Magrini; approvata il 17 ago. 1594 (c. 176r).

c. 177r (1599 lug. 4)
Capitoli del comune; approvati il 21 lug. 1599 (c. 177v).

cc. 178r-179r (1602 ago. 25)
Riforma. Statutari: Jacopo Magrini, Michele Mariotti, Lorenzo Guerrieri, Giovanni Casciani, Martino Martini, Simone Novelli; approvata il 18 set. 1602 (c. 179v).

c. 179r (1602 set. 12)
Capitoli del comune; approvati il 18 set. 1602 (c. 179v).

cc. 180r-182r (1608 giu. 1 - 29)
Capitoli del comune; approvati il 9 lug. 1608 (c. 182r).

cc. 182r-185r (1610 ago. 8)
Riforma. Statutari: Vettorio Martini, Bastiano Azzolini, Stefano Novelli, Giovanni Casciani, Domenico Magrini; approvata il 9 set. 1610 (c. 182v).

a c. 185v: "Seguono l'aggiunte fatte l'anno 17256 nella filza di lettere e negozi di Monte Catini e annessi principiata l'anno 1723 e a tutto il 1730"7.


Filza membr. leg. perg. cc. 185, numerazione nuova
1331 - 1612 apr. 28
2(2)
Statuti di Monsommano
Contiene:
cc. I-VIII
"Estratto delli Statuti di Monsommano".

cc. 1r-26r
Copia di rubriche dei libri II e V degli statuti del 1372.

cc. 26v-39v (1457 ago.)
"Questi sono certi ordini et aggiunte, correzioni et diminuzioni del comune di Monte Sommano a loro statuti stati composti et ordinati per li prudenti et discreti huomini Marco di Niccolò, Niccolò di Menico, Bartolino di Forte, Pasquino di Biagio, Pagno di Jacopo, Mariotto di Stefano"1.

cc. 40r-42r (1471 apr. 23)
Capitoli del comune; approvati il 28 giugno 1471 (c. 42r).

cc. 43r-44v (1473 mag. 11)
Capitoli del comune; approvati il 15 mag. 1473 (c. 44v).

cc. 45v-51r (s.d.)
"Statuti, capitoli et ordinamenti del comune di Monte Sommano et huomini d'esso, fatti, composti et ordinati per gli providi huomini Bartolomeo di Forte2, Pagno di Jacopo, Antonio di Tomeo, Pasquino di Biagio, Antonio di Marco, Mariotto di Stefano"; approvati il 21 mag. 1477 (cc. 51r-v).

cc. 52r-53v (1486 set. 22)
Riforma. Statutari: Giano Pini, Mancino Niccolini, Puccino di Luca, Ristoro di Matteo, Niccolò Novelli, Pagno di Jacopo; approvata il 6 feb. 1487 (cc. 53v-55r).

cc. 59v-63r (1497 apr. 23 - mag. 21)
Capitoli del comune.

cc. 113v-115r (1501 gen. 19)
Capitoli del comune.

cc. 115r-116r (1506 mar. 22)
Capitoli del comune.

cc. 117v-121r (1506 mar. 25)
Riforma. Statutari: Novello di Antonio, Marco di Andrea, Francesco di Mariotto, Gabriello di Bartolino, Vermiglio di Jacopo, Salvadore di Martino.

cc. 121r-122v (s.d.)
Riforma. Statutari: Basilio di Antonio, Marciano di Michele, Francesco di Mariotto, Niccolò di Giovanni.

cc. 77r-86v (1507 gen. 19)
Riforma. Statutari: Basilio di Antonio, Azolino di Antonio, Francesco di Mariotto, Matteo di Jacopo; approvata il 19 gen. 1507 (c. 86v).

cc. 86v-105v; 116r-117v (1508 gen. 29 - mar. 19)
Capitoli del comune; approvati il 10 apr. 1508 (c. 88v).

cc. 107v-113v (s.d.)
Capitoli del comune.

cc. 124r-135v (1517 ott. 6)
Riforma. Statutari: Azolino di Pasquino, Giovan Francesco di Basilio, Jacopo di Simone, Chiarito di Mariotto; approvata il 6 nov. 1517 (cc. 135v-137v).

cc. 137v-145r (1519 nov. 7)
Riforma. Statutari: Simone Lazzarini, Quirico Bartolini, Paolo di Mariano, Salvadore di Marco; approvata il 15 nov. 1519 (c. 145r).

cc. 145v-154r (1520 gen. 19 - 20)
Capitoli del comune.

cc. 154r-157v (1524 dic. 7)
Capitoli del comune; approvati il 19 dic. 1524 (c. 157v).

cc. 159r-160r (1531)
Capitoli del comune.

cc. 160r-163v (1535 giu. 20)
Riforma. Statutari: Tommaso di Novello, Guaspar Casciani; approvata il 24 nov. 1535 (c. 79v).

a c. 164v: "A dì 18 novembre 1720. Estratta la suddetta copia dal suo originale esistente nell'Archivio Pubblico delle Riformagioni della città di Firenze e nel fascicolo XXXI e concorda salvo che nella suddetta copia si sono tralasciati di copiare altri statuti et approvazioni d'ordine di cancelliere di detta comunità, quale disse esistere nel libro delli statuti di essa comunità et intelligibili".

a c. 165r: "Seguono altre disposizioni fatte nel 1725 alla filza del cancelliere Durazzi"3.


Filza cart. leg. perg. cc. VIII, 165
1457 ago. - 1535 giu. 20
icona top