Tasti di scelta rapida del sito: Menu principale | Corpo della pagina | Vai alla colonna di sinistra

AST | Recupero e diffusione degli inventari degli archivi toscani
Menu di navigazione
Home » Ricerca guidata » Complessi archivistici - Tutti i complessi » Visualizza scheda
stampa

Colonna con sottomenu di navigazione


Contenuto della pagina


Libri di memorie icona

Livello: serie

Estremi cronologici: 1558 - 1838

Consistenza: 5 unità

Nell'ambito della produzione documentaria messa in atto nelle comunità dello Stato senese, con la locuzione "Libri di memorie" venivano indicati usualmente volumi di grande formato, contenenti registrazioni caratterizzate da un'estrema varietà tipologica e connesse a tutti i settori in cui si esplicava l'attività comunitativa 1 . In particolare, nel caso di Sinalunga, i Libri di memorie - la cui esistenza è attestata dal 1443 2 - contengono di norma spogli di debitori e creditori, "scritture" relative all'appalto di proventi (macello, osteria, mulino, porto di Bettolle, ecc.) o all'affitto di beni comunitativi, alla condotta, pagamento e sindacato di ufficiali, all'inventariazione di beni "pupillari" 3 , dell'archivio e del patrimonio della comunità, nonché alla nomina dei titolari di benefici ecclesiastici di patronato comunitativo. A partire dagli ultimi decenni del secolo XVI in tali Libri si infittiscono progressivamente le registrazioni in copia di ordini e di rescritti provenienti da uffici centrali o di suppliche inviate lora 4 , con la contemporanea diminuzione di notazioni a carattere più propriamente contabile.
Afferiscono alla serie cinque registri - redatti dai notai luogotenenti dei giusdicenti e, a partire dal 1581, dai cancellieri comunitativi - che coprono senza lacune tutto il periodo che va dall'inserimento dello Stato senese nel Dominio mediceo all'istituzione della comunità "leopoldina". L'ultimo registro continuò ad essere utilizzato anche in epoca posteriore per la stesura di atti relativi tra l'altro a sindacati e fideiussioni di ufficiali, inventari d'archivio e di cancelleria e liste di ufficiali.


11(I.1.4; A; A6)
Libro di memorie
Si segnala: (c. 72r) Inventario dei beni mobili del comune (1559).
Reg. leg. in cuoio di cc. 337 con rubr. settecentesco
1558 - 1567
12(I.1.5; B; A7)
Libro di memorie
Si segnala: (cc. 337r-338r) Pianta della piazza della collegiata di Sinalunga (1607). "Il seguente disegnio della nuova et vecchia piazza del cassaro con suo allargamento è di mano di maestro Andrea Sandrini capomaestro del magnifico magistrato dei signori Conservatori, qui registrato et affisso d'ordine del'illustrissimo signor Pietro Bargagli capitano di giustizia di Sinalonga per S.A.S. e perché apparischa perpetuamente. Et si segnificha conforme alla lettera del molto illustre et eccellentissimo sig. Lorenzo Usimbardi secretario di S.A.S. appresso detto signor capitano" (cfr. anche ACSI, Dono Luigi Agnolucci 1, ins. 19); (c. 148) "I deputati sopra le cause delle confiscationi di Siena per S.A.S.", visto il rescritto granducale del 12 settembre 1587 col quale concede alla comunità di Sinalunga "la roccha di quella terra per farvi una chiesa capace a quel popolo", in esecuzione del detto rescritto deliberano che la comunità debba dare ogni anno per la detta concessione un censo di due libbre di cera alla Biccherna.
Reg. leg. in cuoio di cc. 370, mutilo in fine, con rubr. settecentesco
1567 - 1611
13(I.1.6; C; A8)
Libro di memorie
Reg. leg. in cuoio di cc. 393 scritte con ind.; manca il rubr.
1612 - 1669
14(I.1.7; D)
Libro di memorie
Si segnala: (cc. 248v-386v) Copia di strumenti relativi a privilegi della comunità e all'erezione di benefici nella collegiata (1592 novembre 13-1747 febbraio 2, copie degli anni 1750-1751).
Reg. leg. in cuoio di cc. 386 con frammento di rubr. settecentesco
1669 - 1751
15(I.1.8; E)
Libro di memorie
[1] (cc. 1r-318v) Memorie della comunità (1751-1778).
Si segnala: (cc. 1v, 2v) Sonetti celebrativi della festa di S. Martino scritti da Mariano Cinelli e dedicati al conte Paolo de la Tour (a stampa, 1756); (cc. 4v-33r) Copia di strumenti relativi a privilegi della comunità e all'erezione di benefici nella collegiata (1658 gennaio 5-1747 agosto 22, copie dell'anno 1751); (c. 46r) Disegno di un tratto dei confini tra le comunità di Bettolle, Foiano e Sinalunga (1752 giugno 5); (c. 55rv) "Memoria sopra il sigillo antico" del cancelliere Andrea Grazi con riproduzione in calce del sigillo in questione (di forma ovale, recante la scritta "SIGILLUM GUALFREDUTII VICARII + "); in allegato alla stessa carta si segnalano le impronte di due sigilli (recanti le scritte "S. COMUNIS ASINELONGE ET RIPIS +" e "MAIRIE DE ASINALUNGA") e la nota: "Sigillo antico da rimettere a posto, tolto per farne fotocopie il 14.9.68. [Firma illeggibile]. Oggi 28.11.68 fatte fotocopie e incollato al suo posto il sigillo" (sugli antichi sigilli cfr. anche infra la nota 56); (c. 58r) Disegno relativo al "profilo" del fiume Foenna e alle modifiche che si intende apportare (1753 gennaio 21); (cc. 79v-81r) "Descrizzione di tutte le famiglie tanto dela terra quanto dela corte di Sinalonga, quali possono intervenire al Consiglio d'un uomo per casa per conferire benefizi ecclesiastici, padronati della comunità suddetta" (1754 gennaio 12); (cc. 83r-84r) "Memoria sopra la cupula della collegiata" con "il disegno e profilo della cupula fatto prima dal capomaestro Benedetto Rossi di Siena a mezza mela e senza cupulino colla pianta etc., quale poi fu ridotto dal capomaestro Sebastiano Minacci parimenti di Siena in forma d'arco a tutto sesto col cupulino e finalmente fu variato dal signor Carlo Franceschini soprintendente alla fabbrica nel modo che esiste, con due braccia e mezzo di muro in piombo tra 'l cornicione ed il principio del sesto, restando la cima dela volta distante dal tecto che cuopre la detta cupula per braccia uno e mezzo ed il di fuori di figura ottangolare"; (cc. 108r-109r e 125v-127r) "Pubblica libreria". Memoria della costituzione di una pubblica biblioteca in seguito al deposito nella cancelleria di libri di proprietà di Mariano del fu Agostino Cinelli, regolamento per la conservazione e la lettura, catalogo dei libri (1756 maggio 11 e 1757 novembre 29); (c. 271r) Disegno degli scoli dei Prati di Sinalunga (1771 aprile 29).
[2] (cc. 318v-320v) Sindacati e fideiussioni di ufficiali della comunità e del vicariato (1779-1781).
[3] (cc. 321r-366v) Inventari di libri, scritture e beni mobili della cancelleria (1781- 1808).
[4] (cc. 366v-373v) "Liste dei signori componenti il corpo dell'illustrissimi signori gonfalonieri, priori e consiglieri della comunità d'Asinalunga" (1814-1816).
[5] (cc. 374r-386v) Inventari dei libri, scritture e beni mobili della cancelleria (1814- 1817).
[6] (c. 387r) Memoria relativa all'alunnato Macchi (1838).
[7] (cc. 398v-399r) Tariffe relative alla carne suina e "regola sopra la valuta e vendita dell'olio" (1650, copia del secolo XVIII).
Reg. leg. in cuoio di cc. 399 con rubr. settecentesco
1751 - 1838
icona top