Tasti di scelta rapida del sito: Menu principale | Corpo della pagina | Vai alla colonna di sinistra

AST | Recupero e diffusione degli inventari degli archivi toscani
Menu di navigazione
Home » Ricerca guidata » Complessi archivistici - Tutti i complessi » Visualizza scheda
stampa

Colonna con sottomenu di navigazione


Contenuto della pagina


Dazzaioli icona della tassa prediale

Livello: serie

Estremi cronologici: 1751 - 1776

Consistenza: 7 unità

Con il bando del 9 settembre 1751 si impose una tassa su tutti i poderi e terre del Granducato da dividersi in parti uguali fra i proprietari e i "lavoratori mezzaioli o livellari o fittuari". La tassa doveva avere carattere straordinario per supplire alle spese sostenute per debellare la peste bovina che aveva imperversato nelle campagne toscane. Per rendere più celere l'esazione si ritenne inopportuno e troppo gravoso ricorrere al macchinoso sistema delle "portate" e fu deciso di rifarsi ai dati delle rendite già definite "ne' dazzaioli sui quali s'esigevano l'antiche collette da' lavoratori". Praticamente i poderi furono suddivisi in 6 classi secondo la loro presunta rendita e tassati con una cifra fissa. Ai cancellieri e camarlinghi comunitativi spettavano le incombenze utili a riscuotere la tassa (reparti, dazzaioli) e a versarne il ricavato nella cassa dei Signori Nove 1 . Non essendo estinte le spese per la sanità che avevano promosso la tassa nel 1751, essa fu nuovamente confermata per due anni con bando 22 gennaio 1765 2 , che ripropose tutte le disposizioni precedenti. La tassa, per diversi motivi, fu ulteriormente prorogata con motuproprio 11 giugno 1767, e con circolare dei Signori Nove del 3 giugno 1769 3 . Il regolamento del 14 novembre 1774 4 , istituendo la cosiddetta tassa di redenzione, abolì tutte le precedenti imposte fondiarie fra cui la tassa sui poderi o prediale, ma di nuovo il motuproprio 17 aprile 1775 la prorogò per altri due anni 5 . L'esazione della tassa terminò quindi definitivamente nel 1777.


2903(2663)
Dazzaiolo per la riscossione dell'imposizione straordinaria in ordine al M.P. di S.M.I. del 9-9-1751
Camarlingo
Domenico Simone Caponi
Cancelliere
Pierfrancesco Incontri

con repertorio.
registro, cm. 30x22x2 cc. 90. Senza coperta
1751 - 1752
2904(2664)
Dazzaiolo per la riscossione dell'imposizione straordinaria per le spese di sanità
Camarlingo
Domenico Simone Caponi
Cancelliere
Clemente Salucci

In esecuzione del bando del 22-01-1765.
registro in pergamena, cm. 28x20x2 cc. 130
1765 - 1766
2905(1962)
Dazzaiolo per la riscossione dell'imposizione prediale
Camarlingo
Simone Caponi
Cancelliere
Francesco Tallinucci

con repertorio.
registro in cartone, cm. 31x24x2 cc. 148
1767 - 1768
2906(1963)
Dazzaiolo per la riscossione dell'imposizione prediale
Camarlingo
Simone Caponi
Cancelliere
Francesco Tallinucci

con repertorio.
registro in cartone, cm. 31x24x2 cc. 94
1769 - 1770
2907(1964)
Dazzaiolo per la riscossione dell'imposizione prediale
Camarlingo
Simone Caponi
Cancelliere
Francesco Tallinucci

con repertorio.
registro in cartone, cm. 31x24x2 cc. 94
1771 - 1772
2908(1965)
Dazzaiolo per la riscossione dell'imposizione prediale
Camarlingo
Simone Caponi
Cancelliere
Francesco Tallinucci

con repertorio.
registro in cartone, cm. 31x24x2 cc. 94
1773 - 1774
2909(1966)
Dazzaiolo per la riscossione dell'imposizione prediale
Camarlingo
Simone Caponi
Cancelliere
Gaspero Magnani

con repertorio.
registro in cartone, cm. 31x24x2 cc. 134
1775 - 1776
icona top