Tasti di scelta rapida del sito: Menu principale | Corpo della pagina | Vai alla colonna di sinistra

AST | Recupero e diffusione degli inventari degli archivi toscani
Menu di navigazione
Home » Ricerca guidata » Complessi archivistici - Tutti i complessi » Visualizza scheda
stampa

Colonna con sottomenu di navigazione


Contenuto della pagina


Dazzaioli icona e spogli dei debitori icona del decimino e testanti

Livello: serie

Estremi cronologici: 1535 - 1753

Consistenza: 24 unità

Per far fronte alle esigenze finanziarie dei comuni del contado, lo stato fiorentino, fin dagli inizi del '500 1 , istituì una imposizione detta comunemente del decimino e dei testanti o dei lavoratori e teste. Tale imposizioni intese far pagare una tassa (decimino) ai contadini mezzadri (lavoratori) in proporzione alla quota che pagava il proprietario del podere al comune di Firenze a titolo di decima. Tutti i non soggetti alla decima o decimino (testanti) dovevano contribuire alle casse comunitative con una tassa personale (testatico) in proporzione alle loro possibilità economiche. Fu compito dei cancellieri comunitativi compilare i dazzaioli dei contribuenti delle due contribuzioni unendovi spesso i debitori di tutti gli altri proventi della comunità. Pur con le dovute variazioni di aliquote l'imposizione continuò a essere riscossa anche dopo le riforme leopoldine 2 , per essere soppressa solo nel 1808 con l'amministrazione francese. Nell'archivio di San Miniato sono conservati solo pochi documenti relativi alla imposizione del decimino e teste, per di più riferiti a due circoscritti periodi di tempo (terzo-quarto decennio del sec.XVIII). I documenti cinquecenteschi, più che veri dazzaioli sono spogli periodici dei debitori della tassa e ciò spiega come molti registri siano stati compilati nello stesso anno: quasi mensilmente veniva compilato un elenco dei morosi a cui applicare una aliquota maggiore di imposta.


2879(2009)
Campione dei debitori del dazio delle teste
Camarlingo
Giovanbattista Lancillotti
Pierantonio Bonaparte
Alberto Mercati

registro in pergamena, cm. 34x23x7 cc. 285
1535 - 1538
2880(2602)
Spoglio dei debitori del dazio delle teste
Camarlingo
Giovanbattista Lancillotti

registro, cm. 30x22x1 cc. 19. Senza coperta
1535
2881(2605)
Spoglio dei debitori del dazio delle teste
Camarlingo
Pierantonio Bonaparte

registro, cm. 30x22x1 cc. 30 ca. Senza coperta
1536
2882(2604)
Spoglio dei debitori del dazio delle teste
Camarlingo
Pierantonio Bonaparte

registro, cm. 30x22x1 cc. 30 ca. Senza coperta
1536
2883(2603)
Spoglio dei debitori del dazio delle teste
Camarlingo
Pierantonio Bonaparte

registro, cm. 30x22x1 cc. 30 ca. Senza coperta
1536
2884(2606)
Spoglio dei debitori del dazio delle teste
Camarlingo
Pierantonio Bonaparte

registro, cm. 30x22x1 cc. 30 ca. Senza coperta
1536
2885(2607)
Spoglio dei debitori del dazio delle teste
Camarlingo
Pierantonio Bonaparte

registro, cm. 30x22x1 cc. 30 ca. Senza coperta
1536
2886(2608)
Spoglio dei debitori del dazio delle teste
Camarlingo
Alberto Mercati

registro, cm. 30x22x1 cc. 27. Senza coperta
1537
2887(2609)
Spoglio dei debitori del dazio delle teste
Camarlingo
Alberto Mercati

registro, cm. 30x22x1 cc. 23. Senza coperta
1537
2888(2610)
Spoglio dei debitori del dazio delle teste
Camarlingo
Alberto Mercati

registro, cm. 30x22x1 cc. 23. Senza coperta
1537
2889(2611)
Spoglio dei debitori del dazio delle teste
Camarlingo
Giovanbattista Lancillotti

registro, cm. 30x22x1 cc. 29. Senza coperta
1538
2890(2612)
Spoglio dei debitori del dazio delle teste
Camarlingo
Giovanbattista Collavoli di Niccolò

registro, cm. 30x22x1 cc. 20 ca. Senza coperta
1539
2891(2613)
Spoglio dei debitori del dazio delle teste
Camarlingo
Francesco di Mariano

registro, cm. 30x22x1 cc. 24. Senza coperta
1544
2892(2658)
Dazzaiolo per la riscossione della tassa del decimino e testanti e altre entrate comunitative
Camarlingo
Pietro Taddei di Giuliano
Cancelliere
Lucantonio Luchetti

registro in cartone, cm. 29x21x1 cc. 131
1682
2893(1952)
Dazzaiolo per la riscossione del dazio imposto sopra le teste delle ville della podesteria
Camarlingo
Domenico Caponi

con repertorio.
registro in cartone, cm. 32x23x2 cc. 85
1743 - 1744
2894(1953)
Dazzaiolo per la riscossione del dazio imposto sopra le teste delle ville della podesteria
Camarlingo
Domenico Caponi

con repertorio.
registro in cartone, cm. 31x22x2 cc. 87
1744 - 1745
2895(1954)
Dazzaiolo per la riscossione del dazio imposto sopra le teste delle ville della podesteria
Camarlingo
Domenico Caponi

con repertorio.
registro in cartone, cm. 31x22x2 cc. 81
1745 - 1746
2896(1955)
Dazzaiolo per la riscossione del dazio imposto sopra le teste delle ville della podesteria
Camarlingo
Domenico Caponi

con repertorio.
registro in cartone, cm. 30x22x2 cc. 84
1746 - 1747
2897(1956)
Dazzaiolo per la riscossione del dazio imposto sopra le teste delle ville della podesteria
Camarlingo
Domenico Caponi

con repertorio.
registro in cartone, cm. 30x22x2 cc. 86
1747 - 1748
2898(1957)
Dazzaiolo per la riscossione del dazio imposto sopra le teste delle ville della podesteria
Camarlingo
Domenico Caponi

con repertorio.
registro in cartone, cm. 31x22x2 cc. 86
1748 - 1749
2899(1958)
Dazzaiolo per la riscossione del dazio imposto sopra le teste delle ville della podesteria
Camarlingo
Domenico Caponi

con repertorio.
registro in cartone, cm. 31x22x2 cc. 84
1749 - 1750
2900(1959)
Dazzaiolo per la riscossione del dazio imposto sopra le teste delle ville della podesteria
Camarlingo
Domenico Caponi

con repertorio.
registro in cartone, cm. 31x22x2 cc. 83
1750 - 1751
2901(1960)
Dazzaiolo per la riscossione del dazio imposto sopra le teste delle ville della podesteria
Camarlingo
Domenico Caponi

con repertorio.
registro in cartone, cm. 31x22x2 cc. 85
1751 - 1752
2902(1961)
Dazzaiolo per la riscossione del dazio imposto sopra le teste delle ville della podesteria
con repertorio.I tassati sono suddivisi in: descritti, non descritti e "garzoni e mezzi tempi".
registro in cartone, cm. 31x22x2 cc. 80
1752 - 1753
icona top