Tasti di scelta rapida del sito: Menu principale | Corpo della pagina | Vai alla colonna di sinistra

AST | Recupero e diffusione degli inventari degli archivi toscani
Menu di navigazione
Home » Ricerca guidata » Complessi archivistici - Tutti i complessi » Visualizza scheda
stampa

Colonna con sottomenu di navigazione


Contenuto della pagina


Ruoli icona ,dazzaioli icona e saldi icona dei contribuenti

Livello: serie

Estremi cronologici: 1559 - 1780

Consistenza: 10 unità

Nel 1506 fu estesa al territorio del contado l'imposta detta della "decima", consistente nel pagamento della decima parte della rendita del bene immobile al netto delle tasse e spese di mantenimento 1 . I ruoli dei contribuenti venivano compilati da un apposito ufficio di Firenze (ufficio della decima), sulla base dei registri catastali e poi inviati alle singole comunità per l'esazione. I luttuosi eventi che colpirono particolarmente San Miniato nel 1530-31 ne diminuirono a tal punto la popolazione (si parlò addirittura dell'85%), da rendere drammatica la situazione delle finanze comunitative. A seguito dei ripetuti appelli al Granduca, nel 1532 i magistrati di San Miniato ottennero una importante concessione: l'appalto in perpetuo della riscossione della decima per i possidenti sanminiatesi, ivi compresi i moltissimi che negli ultimi anni, per fuggire alla guerra e alla miseria, si erano rifugiati nella capitale; il tutto in cambio del pagamento di 260 scudi annui al comune di Firenze 2 . Con motuproprio 26 giugno 1781 tutte le comunità del Granducato furono delegate alla riscossione della decima in cambio di un aumento della tassa di redenzione, da pagarsi al comune di Firenze 3 . Di fatto questo significò l'abolizione della decima che fu inglobata nel dazio dei possidenti.


2869(1843)
Dazzaiolo dei contribuenti della Decima del contado per la comunità di San Miniato
con repertorio.
registro, cm. 29x24x4 cc. 95. Senza coperta. Danneggiato.
1559 - 1560
2870(1844)
Saldi dei camarlinghi della Decima del contado per la comunità di San Miniato
Camarlingo
Ludovico Ansaldi 1562 - 1564
Piero di Michele 1564
Baccio Traini 1566
Cesare Ansaldi 1567
Bartolomeo Collagli 1568
Ascanio Seragoni 1569
Cesare Ansaldi 1570
Baccio Traini 1574
Iacopo Mercati 1575
Stefano Beni 1576
Bastiano di Pierantonio 1577
Giovanni Meucci 1578
Pietro Paolo Borromei 1579
Antonio Maccanti 1580 - 1581
Giovanni Meucci 1581 - 1582
Pazienza Poggi 1582 - 1583
Bartolomeo Mercati 1583 - 1584
Carlo Casini 1584 - 1585
Giuseppe Grifoni 1585 - 1586

registro, cm. 29x22x1 cc. 68. Senza coperta
1562 mag. 1 - 1586 apr. 30
2871(2992)
Ruolo e dazzaiolo dei contribuenti della Decima del contado per la comunità di San Miniato
registro, cm. 45x30x19 Legato in cuoio. cc. 32-788 Danneggiato. Mutilo.
1570 ca.
2872(2999, 5 p)
Ruolo dei contribuenti della Decima del contado per la comunità di San Miniato
Contiene la descrizione dei beni dei possidenti.
registro, cm. 30x24x13 cc. 492. Senza coperta. Mutilo.
1620 ca. - 1718
2873(2293)
Ruolo e dazzaiolo dei contribuenti della Decima del contado per la comunità di San Miniato
Contiene la descrizione dei beni dei possidenti.
registro, cm. 45x30x26 cc. 17-986. Senza coperta. Mutilo.
1650 - 1720 ca.
2874(2294)
Ruolo dei contribuenti della Decima del contado per la comunità di San Miniato
Scrivano dell'Ufficio della Decima di Firenze
Filippo Cerretesi di Alessandro

registro in pergamena, cm. 32x24x10 cc. 364 Danneggiato.
1651
2875(3001, 9 p)
Ruolo dei contribuenti della Decima del contado per la comunità di San Miniato
Contiene la descrizione dei beni dei possidenti.
registro in pergamena, cm. 37x26x13 cc. 900 ca.
1719 - 1760 ca.
2876(2997)
Ruolo e dazzaiolo dei contribuenti della Decima del contado per la comunità di San Miniato
Contiene la descrizione dei beni dei possidenti.
registro, cm. 45x30x23 Legato in cuoio. cc. 926
1720 - 1780 ca.
2877(3002, 4 p)
Ruolo dei contribuenti della Decima del contado per la comunità di San Miniato
registro in pergamena, cm. 37x27x22 cc. 959
1770 ca.
2878(2996, 23 p)
Ruolo dei contribuenti della Decima del contado per la comunità di San Miniato
Contiene la descrizione dei beni dei possidenti.
registro, cm. 45x33x23 cc. 96-1630. Senza coperta. Mutilo.
1780 ca.
icona top