Tasti di scelta rapida del sito: Menu principale | Corpo della pagina | Vai alla colonna di sinistra

AST | Recupero e diffusione degli inventari degli archivi toscani
Menu di navigazione
Home » Ricerca guidata » Complessi archivistici - Fondi » Visualizza scheda
stampa

Colonna con sottomenu di navigazione


Contenuto della pagina


Dazzaioli icona delle imposte

Livello: serie

Estremi cronologici: 1696 - 1762

Consistenza: 1 unità

I dazzaioli erano i registri sui quali il cancelliere riportava i dati relativi alle imposte che dovevano essere pagate, annotando il nome e cognome del contribuente, il suo mestiere, l'entità della tassa e le date del versamento. Tali registri, che riguardavano la riscossione dell'estimo e della tassa del sale, venivano poi affidati al camarlingo che, in veste di esattore, provvedeva ad annotare le cifre riscosse.
L'estimo gravava sui redditi derivanti dagli immobili e dall'esercizio di arti e traffici ed il suo ricavato serviva alla comunità per il pagamento delle tasse agli uffici centrali1; gli abitanti dovevano periodicamente denunciare i redditi imponibili al cancelliere che predisponeva i quaderni dell'estimo sui quali era annotato l'ammontare lordo, quello netto ed il coefficiente fiscale fissato dal governo centrale. Con questi valori il cancelliere redigeva i dazzaioli o quaderni della riscossione.
Il sale, bene prezioso sia per l'alimentazione umana che del bestiame, veniva distribuito ad un prezzo fisso direttamente da Firenze, dai Magazzini della Gabella del sale. Ogni comunità doveva computare con esattezza sia la popolazione, per numero di bocche, sia le bestie da latte al fine di effettuare una stima del quantitativo necessario di sale. Sulla base di questi reparti veniva compilato il relativo dazzaiolo2.

1 maggio 1696 - 30 aprile 1762


8
camarlinghi
Piero Franceschi 1 <1 maggio >1696
Domenico Formichelli 1698
Domenico Formichelli 1713
Jacopo di Piero Giovanni Rinfreschi 1715
Salvadore Guazzini 1716
Giovanni di Matteo Rinfreschi 1716

Registro cartaceo senza copertina con lacune
1 maggio 1696 - 30 aprile 1762
icona top