Tasti di scelta rapida del sito: Menu principale | Corpo della pagina | Vai alla colonna di sinistra

AST | Recupero e diffusione degli inventari degli archivi toscani
Menu di navigazione
Home » Ricerca guidata » Complessi archivistici - Fondi » Visualizza scheda
stampa

Colonna con sottomenu di navigazione


Contenuto della pagina


Arte dei Pizzicagnoli

Livello: serie

Estremi cronologici: 1531 dic. 26 - 1601 dic. 18

Consistenza: 1 unità


321(599)
Capitoli dell'Arte dei pizzicagnoli. 1531-1607
Nel giorno 26 dicembre 1531 gli addetti all'Arte dei pizzicagnoli si adunarono in numero di settanta nella casa di Stefano di Iacopo Saccardi, detto dei Tomotomberli, in S. Fabiano, e dopo aver fatto colazione elessero quattro di loro per fare i nuovi capitoli. Il 17 novembre 1532 i quattro deputati si adunarono e fecero i nuovi capitoli «cognoscendo detti huomini che l'Arte de' Pizzicagnoli va in declinatione per essere perduti e chapitoli vecchi di detta arte».
Entrarono in quest'Arte anche i venditori di civaie, di erbaggi, vasellami, vetri, sale, materie tessili, carbone, utensili da cucina, pesciaioli, pollaioli ed altri minuti smerciatori.
L'ultima riforma è del 18 dicembre 1601.
Cod. membr., cent. 16x23, di c. 46.
1531 dic. 26 - 1601 dic. 18
icona top