Tasti di scelta rapida del sito: Menu principale | Corpo della pagina | Vai alla colonna di sinistra

AST | Recupero e diffusione degli inventari degli archivi toscani
Menu di navigazione
Home » Ricerca guidata » Complessi archivistici - Fondi » Visualizza scheda
stampa

Colonna con sottomenu di navigazione


Contenuto della pagina


Estimo

Livello: serie

Estremi cronologici: 1293 - sec. XV

Consistenza: 23 unità

La stima delle sostanze dei cittadini, la descrizione dei focolari e delle bocche, cioè delle case e delle persone, il computo del grano e delle biade raccolte erano demandati ad appositi ufficiali eletti dal Comune secondo speciali ordinamenti, dei quali si hanno esemplari degli anni 1314 e 1319 (cfr. la filza 1719). Queste rilevazioni servivano di base alle imposte e gravezze che erano assegnate in proporzione ai beni e alle rendite dei possidenti. Un largo esame dell'estimo fatto attraverso i documenti fiorentini è in B. Barbadoro, Le finanze della Rep. fiorentina, Firenze, 1929.
I libri estimali a noi pervenuti sono assai lacunosi e per lo più ridotti in cattivo stato; appartengono quasi tutti al Trecento. Il Casotti cercò di dare un ordine a questa congerie di carte e ne formò varie filze però non rispettando sempre la successione cronologica e la varietà della materia. Nell'Archivio dei Ceppi trovansi altri libri estimali della Terra di Prato e del Contado. Cfr. anche le provvisioni del 1414 che sono nella filza Statuti n. 8.


2853(1718)
Registri d'estimi etc., 1293-311
Contiene un libro di possessioni dei forensi, il libro del grano e biade di porta a Corte, un libro d'entrate e uno delle colombaie, l'estimo delle porte Tiezi e Capo di Ponte, libri di focolari delle porte S. Trinita, Corte, Capo di Ponte e Tiezi, un libro di possessori di cavalli.
1293 - 1311
2854(1719)
Ordinamenti dell'estimo, degli anni 1314 e 1319, con le portate delle persone della città e delle ville del Contado
1314 - 1319
2855-2856(1720-1721)
Estimi degli anni 1315-21
con un libro di focolari del 1321, uno di imposta del sale della porta Gualdimare (1320), un libro di beccai (1321).
1315 - 1321
2857-2859(1722-1724)
Registri di estimi dal 1319 al 1322
A c. 87 della filza 1723 si ha il libro degli ordinamenti o modi e condizioni della restituzione dei beni dei ghibellini ribelli, fatti nel 1288.

Numero N. antico Anni
dal al
2857 1722 1319 1321
2858 1723 1320
2859 1724 1322




1319 - 1322
2860-2861(1725-1726)
Frammenti di estimi di vari tempi, alcuni dei quali dei secoli XIV-XV
Nella cartella 1725 si hanno alcune relazioni dei ragionieri che rivedevano la ragione delle Case Pie.
sec. XIV - sec. XV
2862(1727)
Estimo del Comune e Terra di Prato, del 1471, tratto dal campione del Quartiere di S. Maria Novella
Libretto membr. di c. 34.
1471
2863(1728)
Liber bladi Terre Prati et eius Districtus
dell'anno 1298; segue un framm. estimale della fine del sec. XIII.
1298 - fine del sec. XIII
2864(1729)
Focolari
filza di libri e framm. dal 1298 al 1372.
Notevole la parte di un libro di estimo in cui sono descritte nei loro confini le terre della porta Capo di Ponte e della villa di Savignano, compilato nel 1303 (ved. n. 1740) e il framm. di un libro di bandimenti del 1306.
1298 - 1372
2865(1730)
Frammenti di registri vari, libri di focolari, portate di colombaie, entrate e proventi di dazi
sec. XIV.
sec. XIV
2866(1731)
Focolari dal 1304 al 1396
Contiene invece un libro di ordinamenti sui tavernari o beccai, 1329; un quaderno di precetti, bandi, ecc., al tempo del capitano Cione di Tabaldo da Città di Castello, maggio-agosto 1319; un libro di testimonianze del podestà Guglielmo degli Opizzi, 1313; un inventario di libri e masserizie del Comune, 1340; un criminale di gabelle, 1304; un libro di inquisizioni del podestà Dino Tolomei, 1306; uno di usure, 1386; un libro del vino, 1385; due quaderni di pagamenti ai militi e a operai per lavori di fortificazione, 1325 e 1391.
1
1304 - 1391
2867(1732)
Filza di libri di focolari, 1312-16
Quaderni contenenti la descrizione dei focolari dei Sobborghi, del Contado e delle porte cittadine; inoltre un libro di portate di grano, uno di debitori del dazio e uno di gabelle delle cose mobili.
1312 - 1316
2868(1733)
Registri di persone etc., 1322-91
Anche in questa filza sono libri di focolari, un quaderno dei macellari dal 1322 e due di dazio. Il titolo è errato, perché si arriva soltanto al 1386.
1322 - 1386
2869(1734)
Frammenti di registri vari, sec. XIV
Il Casotti raccolse in questa filza alcuni quaderni d'imposizioni di dazi, un libro di prestanze, vari di focolari delle porte e delle ville, altri con la stima dei beni di alcune parti della città e del Contado; il quad. 17°, che è l'ultimo, contiene i nomi dei capitani delle porte e quartieri.
sec. XIV
2870(1735)
Portate di beni del Contado, 1339
Questo titolo è incompleto essendo la filza composta di due parti: nella prima si hanno i focolari e le portate di grano, farina e biade delle porte; nella seconda l'elenco delle persone delle ville che possedevano grano e biade.
1339
2871-2872(1736-1737)
Due filze con frammenti di registri di dazi, bocche ed estimo di Prato e delle ville
sec. XIV.
1
sec. XIV
2873(1738)
Corredi delle spose
Furono riuniti in questa filza alcuni quadernetti di stima dei corredi delle spose, il primo dei quali fu compilato l'anno 1337, e gli altri quattro negli anni 1339 e 1343-44.
1337 - 1344
2874(1739)
Portate di beni del Contado, sec. XIV
La cop. proviene da un altro libro ed ha il titolo: «Liber originalis bladi in Terra et Districtu Prati MCCCXXX».
Filza formata dal Casotti con le denunzie dei beni immobili, sec. XIV.
A c. 1-35 le portate dei possidenti di Iolo; a c. 148-217 dei possidenti di Galciana; nelle altre si hanno le denunzie di varie ville.
sec. XIV
2875(1740)
Libro degli ufficiali eletti secondo gli ordinamenti dell'estimo o libra a fare la divisione e la stima delle contrade, l'anno 1303
Vari quad. cuciti insieme di c. scritte 201. Vi sono stimate e misurate le terre dei sobborghi di Prato e delle ville del Contado.
1303
icona top