Tasti di scelta rapida del sito: Menu principale | Corpo della pagina | Vai alla colonna di sinistra

AST | Recupero e diffusione degli inventari degli archivi toscani
Menu di navigazione
Home » Ricerca guidata » Complessi archivistici - Fondi » Visualizza scheda
stampa

Colonna con sottomenu di navigazione


Contenuto della pagina


Guardia civica e nazionale

Livello: serie

Estremi cronologici: 1826 - 1853

Consistenza: 1 unità

Il 4 settembre 18471, Leopoldo II concesse la "Guardia civica" che, formata dai cittadini, doveva servire al controllo dell'ordine pubblico.

Una "deputazione" comunale eletta dal consiglio e presieduta dal gonfaloniere provvedeva a far iscrivere tutti i cittadini, compresi fra i diciotto e i sessanta anni, in appositi registri e, dopo le opportune verifiche, a formare prima i ruoli generali del servizio attivo e di quello di riserva e quindi i ruoli delle compagnie.

Compagnie e battaglioni della Guardia dipendevano sotto l'aspetto organizzativo e militare dal Ministero dell'Interno, mentre sulle comunità gravavano le spese di acquartieramento e di amministrazione.

Trasformata in Guardia nazionale dal primo governo provvisorio nel 18492, fu abolita nel 18513.

Nel 1859, però, nei mesi che intercorsero fra la partenza del granduca e l'annessione al Regno sabaudo, vi fu il ripristino della Guardia nazionale4, per garantire la sicurezza della quiete pubblica in un momento particolarmente delicato per il paese.

Il regolamento5 per la formazione dei ruoli della Guardia prevedeva, che i cittadini, che avevano questo obbligo, si dovessero iscrivere in registri appositi, aperti nell'ufficio comunale a cura del gonfaloniere, con l'assistenza di una "deputazione municipale", nominata dall'autorità comunale.

Questa deputazione aveva anche il compito di verificare e correggere i registri dei ruoli e di trasmetterli all'autorità municipale.

deliberazione della deputazione per la Guardia civica e nazionale


1096(P/16)
Protocollo delle deliberazioni della deputazione per la Guardia civica e nazionale

Guardia civica (1847-1850)

Guardia nazionale (1860-1865)


Registro costola in pergamena pp. 80 e altre n. nn.
1847 dic. 30 - 1865 apr. 24
icona top