Tasti di scelta rapida del sito: Menu principale | Corpo della pagina | Vai alla colonna di sinistra

AST | Recupero e diffusione degli inventari degli archivi toscani
Menu di navigazione
Home » Ricerca guidata » Complessi archivistici - Fondi » Visualizza scheda
stampa

Colonna con sottomenu di navigazione


Soggetto conservatore:

Contenuto della pagina


Imposizioni di guerra

Livello: serie

Estremi cronologici: 1815

Consistenza: 1 unità

Nel 1815, per sostenere le pesanti spese militari a cui doveva far fronte lo stato, furono introdotte delle tasse straordinarie 1 : una di 150. 000 scudi, una di 90. 000 e una di 40.000; la prima era un'imposta sopra i beni immobili sia urbani che rustici da pagarsi secondo l'estimo, la seconda era invece da distribuirsi fra tutti coloro che svolgevano un'attività mercantile e la terza si configurava come un supplemento alla tassa di famiglia per tutti i capi famiglia e individui compresi nelle prime tre classi della detta tassa. Dazzaioli


534(G/96)
1815
il primo fascicolo con repertorio 1) Dazzaiolo "per la riscossione delle lire 1000 tangente della tassa straordinaria dei 40. 000 scudi toccata a questa comune, repartita sopra i contribuenti soggetti alla tassa familiare delle tre prime classi... In tutta conformità della legge del 28 apr. 1815 e sulle circolari in stampa della Camera delle comunità del 6 giu. 1815". Popoli: San Fedele (c. 4), Srumi (c. 14), Certomondo (c. 18) Memmenano (c. 22), Pratale (c. 24), Larniano (c. 26), Fronzola (c. 28), Sala (c. 30), Filetto (c. 34), Riosecco (c. 36), Loscove (c. 38), Ragginopoli (c. 42), Moggiona (c. 48), Porrena (c. 48), Quota (c. 54), Lierna (c. 58), Agna (c. 62), Quorle (c. 66), Monte (c. 68), Buiano (c. 72), Prataglia (c. 74) 2) Dazzaiolo "Dell'imposizione di guerra ordinaria con sovrana legge del 28 apr. 1815 sopra tutti i possessori di fondi rustici e urbani della comunità di Poppi".
Busta contenente 2 fascicoli cc. 95, cc. n. nn.
1815
icona top