Tasti di scelta rapida del sito: Menu principale | Corpo della pagina | Vai alla colonna di sinistra

AST | Recupero e diffusione degli inventari degli archivi toscani
Menu di navigazione
Home » Ricerca guidata » Complessi archivistici - Fondi » Visualizza scheda
stampa

Colonna con sottomenu di navigazione


Contenuto della pagina


Statuti e riforme icona

Livello: serie

Estremi cronologici: 1481 - 1617

Consistenza: 0 unità

Anche lo statuto di Poppi fuori di cui si riporta la descrizione nell'inventario non è collocato nell'archivio, ma si trova, insieme a quelli della podesteria e di Poppi dentro, nella Biblioteca Rilliana 1 . Altre riforme e statuti sono nell'Archivio di stato di Firenze nella serie Statuti delle comunità autonome e soggette, nella filza 643 2 , insieme a quelli di Poppi dentro, e nella filza 644 3 .



statuti e riforme

Reg. in pergamena, legato in pelle con borchie e chiusure in ottone, cc. 65 (le ultime carte con numerazione recente a lapis), BCR 275

c. 1r Riforma del 1484 "Queste sono certe additioni corretioni cassationi annullationi diminutioni confirmationi vulgarationi insieme con certi nuovi capitoli delle riforma del comune di Poppi di fuora".

cc. 1v-3r Riforma del 20 maggio 1481.

cc. 4r-7v Riforma senza data. Roga: "Antonius olim Francisci Vangelisti de Bibiena". Approvazione con correzioni del vicario Giovanpaolo de Lotti. Approvazione degli approvatori fiorentini del 6 agosto 1484.

cc. 9r-10r Riforma del 25 gennaio 1491 compilata dai priori: Betto di Francesco da Capezzi, Lorenzo di Maso dalla Cuna, Antonio di Conte da Filetto, Andrea di Santi da Casalino e dagli aggiunti: Michele d'Antonio da Capannella, per lui Taddeo suo figliolo, Girolamo di Piero di Simentuccio da Quorle. Roga: "Baldis olim ser Iacopi Marci de Prato veteri". Approvata dagli approvatori fiorentini l' 8 febbraio 1491.

cc. 10v-12v Riforma del 18 febraio1493 fatta dai priori: Cenni di Bartholomeo di Signoretto da Colle, Menico di Goro di Simone da Capannella, Giovanni di Pietro da Sala, Matteo di Giovanni da Santa Maria a Porrena e dagli aggiunti: Checco di Bartolo da Sala, Piero di Santi dal Casalino, Girolamo di Piero Mezzutti da Quorle, Giovanni di Paolo da Pozza a Santo Paolo insieme ai riformatori eletti da priori e aggiunti: Giovanni di Dono da Strumi, Tonio di Biondo da Quorle, Betto di Franceschino da Porrena e Bartolomeo di Giovanni di Forte da Corsignano. Roga: "Thommas olim filius Blasii de Lollis de Sancto Geminiano". Approvazione degli approvatori fiorentini del 20 febbraio 1493.

cc. 13r-14r Riforma del I agosto 1496 compilata dai priori e aggiunti: Mariotto di Bartolomeo di Signoretto da Colle, Piero di Biagio di Spada da Filetto, Mariotto di Giovanni d'Agnolo da Quorle, Pasquino di Matteo Palazzi da Porrena, Michele di Matteo da Capannella et Francesco di Renzo da Sala insieme ai riformatori eletti dal consiglio: Carlo di Renzo da Sala, Cecco [...] da Sala, Mariotto di Francesco da Corsignano. Roga: "Iohannes Baptista ser Laurenti Matthei da Puppio". Approvata dagli approvatori fiorentini il 14 agosto 1496.

cc. 14v-15v Riforma del 20 novembre 1496 compilata dai priori: Iacopo di Dato da Casalino, Niccolò di Marco del Besso, Piero di Bondo da Quorle, Vito d'Antonio dal Ponte a San Paolo, Pasquino d'Antonio di Pasquino da Corsignano, Mattio di Giovanni di Ristoro da Porrena et Piero di Marco Pagnini da Quorle; riformatori eletti: Nanni di Maria Raboli da Colle, Marco di Francesco dal Ponte a San Paolo et Agnolo d'Antonio da Porrena. Roga: "Iohannes Baptista ser Laurentii Matthei de Puppio". Approvata dagli approvatori fiorentini il 7 gennaio 1497.

cc. 16r-17v Riforma del 29 settembre 1497 compilata dai priori: Andrea [...] dal Casalino, Bartolomeo di Domenico di Paolotto da Quorle, Giovanni d'Antonio da Filetto, Luca di Francesco da Agna, Matteo d'Agnolo Bartolucci da Bucena e dagli aggiunti e consiglieri, Santi di Francesco da Porrena, Francesco di Francesco Ciarpa. Roga: "Francescus olim Lambertoni Petri del Colle". Approvata dagli approvatori fiorentini il 17 ottobre 1497.

c. 18r Riforma 20 gennaio1495 compilata dai priori: Domenico di Bartolomeo da Colle, Bartolino di Giampio da Filetto, Agnolo di Piero da Sala, Iacopo di Francesco Pennini, Michele d'Antonio da Capannella e dagli aggiunti: Francesco di Nanni di Bartolo, Matteo di Donnazino da Casalino. Roga: "Carolus olim Bartolomei Caroli de Pupio". Approvata dal vicario Matteo Manetto de Carnesecchi.

cc. 18v-19v Riforma 20 giugno 1501 compilata dai priori e aggiunti: Pirro di Biagio da Filetto, Salvadore di Girolamo da Quorle, Agostino di Donnazino da Casalino, Michele d'Antonio da Capannella, Andrea di Subbiano dal Ponte, Gato di Paolo dal Palazzo, Piero Pagnini da Quorle, Mattio di Giovanni di Ristoro. Roga: "Iohannes olim Cipriani ser Petri de Vecchis de Sancto Geminiano". Approvazione degli approvatori fiorentini il 7 settembre 1501.

cc. 20r-21r Riforma del 24 febbraio 1503 compilata dai priori e aggiunti: Lorenzo di Mariotto del Cinque, Nanni di Piero, Francesco di Luca da Sala, Bartolo di Marco di Capechio, Martino di Giovanni da Santa Maria, Matteo di Piero di detto Bronti, Iacopo di Checo del Buttero, Tonio del beccaio da Quorle. Roga: "Vannes olim Marci Vannis ad Sanctam Reparatam Vallis Arni superioris". Approvata dagli approvatori fiorentini il 2 maggio 1503.

cc. 22r-23r Riforma del 30 ottobre 1503 fatta dai priori: Biagio d'Agnolo da Avena, Domenico di Bartolomeo da Colle. Roga: "Lodovicus quondam Baptiste Francisci de Puppio". Approvata dagli approvatori fiorentini il 6 novembre 1503.

cc. 23v-25v Riforma del 13 maggio 1505 compilata dai priori: Giovanni d'Antonio da Filetto, Andrea di Matteo da Sala, Piero di Biagio Spada, Marco di Giovanni di Ristoro e dagli aggiunti: Francesco di Salvadore da Quorle, Mariotto di Pasquino da Corsignano e Santi di Marco di Pierino da Corsignano. Roga: "Lodovicus quondam Batiste Francisci de Puppio". Approvata dagli approvatori fiorentini 16 maggio 1505.

cc. 25v-26r Riforma del 15 novembre 1505 compilata dai priori e aggiunti: Giovanni d'Antonio di Filetto, Andrea di Matteo da Sala, Cenni di Marco de Gargliano, Pietro di Goro Galbini, Lorenzo di Angelo di Santi, Manno di Matteo Azzi, Bartolomeo di Marco Capeghi, insieme con Mariotto di Giovanni eletto per la riforma. Roga: "Lodovicus quondam Baptiste Francisci de Puppio". Approvazione fatta dagli approvatori fiorentini il 20 novembre 1505.

cc. 26v-28r Riforma 30 agosto 1507 fatta dai priori: Mariotto di Bartolomeo di Signorino da Colle, Giovanni di Piero di Giovanni da Sona, Bartolomeo di Giovanni di Matteo Mantao e Salvadore di Girolamo di Piero da Quorle. Roga: "Iacobus olim ser Ioannis de [...] de Sancto Geminiano". Approvazione degli approvatori fiorentini il 20 novembre 1507.

cc. 28r-32v Riforma del 18 febbraio 1509 fatta dai priori: Martino di Giovanni, Cenni di Signorino, Andrea di Matteo, Matteo di Giovanni. Roga "Petrus Antonius olim Laurentii Blasii de Bonellis de Puppio". Approvazione fatta dagli approvatori fiorentini il I marzo 1509.

cc. 32r-34r Riforma del 1 marzo 1511 compilata dal consiglio generale. Roga: "Petrus Antonius olim Laurentii Blasii de Bonellis de Puppio". Approvata con correzioni dagli approvatori fiorentini il 7 marzo 1511.

cc. 34v-37v Riforma del 12 febbraio 1504 compilata dai priori: Giovanni di Piero da Sala, Domenico di Bartolomeo da Celle, Lorenzo d'Agniolo dalla Canova, Iacopo di Matteo da Porrena. Roga: "Petrus Antonius olim Laurenti Blasii de Bonellis da Puppio". Approvazione del vicario Giannozzo di Bernardo Salviati il 12 febbraio e degli approvatori fiorentini il 18 febbraio 1504.

cc. 38r-39v Riforma del 20 gennaio 1519. Riformatori eletti dai priori e aggiunti: Matteo di Donnanzino di Santi dal Casalino, Iacopo di Francesco Pennini, Francesco di Renzo di Sala, Iacopo di Marco di Giovanni di Ristoro, Matteo di Domenico di Girolamo da Celle, Maso di Piero Brenci. Approvazione del vicario Benedetto di Niccolò degli Albizi. Scrive: "Antonius quondam Francisci ser Laurenti del Ancisa notarus publicus ad presentes miles socius". Approvazione degli approvatori fiorentini 17 febbraio 1519.

c. 40 r v Riforma del 26 settembre 1519 redatta dai priori e aggiunti: Matteo d'Agnolo da Bucena, Mariotto di Bartolomeo da Colle, Piero di Lorenzo della Canova, Mariotto di Romolo da Quorle, Matteo di Piero Brenci, Luca di Martino da Porrena e Batista di Niccolò. Approvazione del vicario Lodovico Frescobaldi. Roga: "Ioannis olim ser Francisci ser Ioannis del Gamuvoriis de Sancto Geminiano" Approvazione degli approvatori fiorentini 12 maggio 1520.

cc. 41r v Riforma del 24 febbraio 1520. Riformatori: Lorenzo di Agnolo Signorino di Cenni, Francesco di Renzo, Marco di Francesco, Iacopo di Marco, Michele di Cenni. Roga: "Laurentius olim Blaseii de Ghezzis de Vallis Ambrae". Approvazione del vicario Pietro Ridolfi il 24 febbraio.

cc. 42r Riforma del 30 settembre1524 compilata dai priori e aggiunti. Roga: "Gorus ser Ioannis ser Gori de Puppio". Approvazione del vicario Bartolomeo de Tordaldi.

cc. 43r-46v Riforma del 10 maggio 1526 fatta dai priori: Tonio di Matteo da Sala, Piero del Bello da Sala, Matteo di Donnanzino dal Casalino, Matteo di Matteo Dazo e dagli aggiunti: Betto di Giovanni di Ristora da Porrena, Vannozzo [...] da Bucena, Mariotto di Vecco da Quorle, Nanni di Conticino da Filetto. Roga: "Petrus olim ser Francisci Ioannis de Puppio". Approvazione del vicario Dute di Antonio de Masi e degli approvatori fiorentini il 27 ottobre 1548.

cc. 47r-49v Riforma del 28 novembre 1535 compilata dai priori e aggiunti. Roga: "Clementis olim Francisci Clementis de Puppio". Approvazioni degli approvatori fiorentini il 23 ottobre 1538, (c'è un'approvazione degli approvatori fiorentini del 1 giugno 1526 a c. 48r e una del 21 giugno 1532 a c. 48v che dovrebbero riferirsi a riforme precedenti) il 2 dicembre 1553 e il 15 dicembre 1558.

cc. 50r-52r Riforma del 6 gennaio 1568. Riformatori: Renzo di Luca da Porrena e Piero di Santi Brenci da Loscove eletti dai priori e aggiunti. Roga: "Blasius Angeli ser Victorii ser Martini de Puppio". Approvata dalla Pratica Segreta il 12 febbraio 1568 e dai Nove conservatori il 26 gennaio 1575.

cc. 52v-55r Riforma del 17 maggio 1579 compilata dai priori e aggiunti. Roga: "Antonius Hieronimus quondam Ioannis Veteranus". Approvazioni della Pratica Segreta il 12 aprile 1580 e dei Nove conservatori il 22 dicembre 1584 e il 2 marzo 1589.

cc. 55v- 56v Partiti del 19 aprile e del 7 giugno 1592 deliberati dai rappresentanti del comune. Roga: "Domenicus Boldrazzius ab Anglario" notaio e cancelliere. Approvazione della Pratica Segreta il 21 ottobre 1592.

cc. 57r-v Riforma del 12 novembre 1600 e del 31 gennaio 1601 fatta dai rappresentanti del comune. Roga: "Ioses Mellius". La Pratica Segreta non approva il 31 gennaio 1601.

cc. 58r-v Partito del 28 di aprile 1602 deliberato dai rappresentanti del comune. Roga: "Bernardus Eschinius" notaio e cancelliere. Approvazione della Pratica Segreta l'8 maggio 1602. Successive approvazioni: 31 gennaio 1608, 4 febbraio 1610, 9 maggio 1614.

c. 59r "Fu pagata la tassa al Monte per la nuova approvatione de soprastanti vecchi statuti altre volte approvati per tempo e termine d'anni cinque da esser cominciati il dì cinque di giugno prossimo passato 1617 et come segue da finire come a entrata del camerlengo del Monte sotto numero 5595 pagina o carta 77. Ego Ioannes Baptista Venturinius V. S. D et ministro ad Reformationes ducales Civitatis Florentiae, manu propria".

cc. 62r-63v Riforma del 20 maggio 1515. Riformatori: Tonio di Matteo da Sala, Lorenzo d'Agniolo di Santi dal Casalino. Roga: "Michelis Locti Michelis". Approvata dagli approvatori fiorentini 22 agosto 1515.

c. 65r "Entrate del comune predetto cioè ordinarie", "Uscite del detto comune cioè ordinarie ".

c. 65r "A di 2 di giugno 1614", "Il detto volume fu consegnato a me cancelliere la prima volta al dì sopradetto per mano di Torello tavolaccino, disse averlo ricevuto da ser Mariano Catani. Tutto per ricordo".


Biblioteca Comunale Rilliana


icona top