Tasti di scelta rapida del sito: Menu principale | Corpo della pagina | Vai alla colonna di sinistra

AST | Recupero e diffusione degli inventari degli archivi toscani
Menu di navigazione
Home » Ricerca guidata » Complessi archivistici - Fondi » Visualizza scheda
stampa

Colonna con sottomenu di navigazione


Contenuto della pagina


Tassa sui cani

Livello: serie

Estremi cronologici: 1806 - 1815

Consistenza: 4 unità

Istituita con decreto del 3 luglio 1856 e successivo editto del 10 luglio 1857, l'imposta, la cui entrata era a profitto della comunità, gravava sui proprietari di cani m. A questi era fatto obbligo di denunciare la proprietà degli animali al gonfaloniere e di provvedere alla tempestiva comunicazione delle eventuali variazioni (vendita, perdita, decesso del cane, ...). Le denunce erano raccolte in registri, sulla base dei quali era poi compilato il dazzaiolo, consegnato al camarlingo incaricato della riscossione della tassa i12.


icona top