Tasti di scelta rapida del sito: Menu principale | Corpo della pagina | Vai alla colonna di sinistra

AST | Recupero e diffusione degli inventari degli archivi toscani
Menu di navigazione
Home » Ricerca guidata » Complessi archivistici - Fondi » Visualizza scheda
stampa

Colonna con sottomenu di navigazione


Contenuto della pagina


Obblighi e Proventi

Livello: serie

Estremi cronologici: sec. XVIII - 1862

Consistenza: 46 unità

Dopo la Restaurazione i documenti relativi alle rendite e ai proventi comunali costituiscono una serie a parte rispetto al carteggio generale di cancelleria. La documentazione ci è giunta conservata in strumenti di consultazione nella sua fase attiva e dunque avremo fascicoli contenenti documenti giustificativi e di corredo ai contratti che possono risalire indietro fino al XVIII secolo e gli estremi cronologici di tutta la serie risultano molto variabili.

a) Campioni di Livelli

L'impianto di questi registri di grandi dimensioni risale al 1800 ma essi sono stati via via completati e fatti oggetto di note aggiuntive per tutta la prima metà del secolo.
nn. 122-126

b) Dazzaioli delle Rendite e Proventi

La serie dei dazzaioli inizia a Bibbona con una filza di fascicoli annuali di dimensioni diverse fra loro, cuciti insieme dal 1813 al 1830, continua poi con altri 25 piccoli registri conservati singolarmente anno per anno, con lacune per gli anni 1835, 1844, 1855 e 1861-64.
nn. 127-152

c) Portate dei Beni Posseduti

Nei piccoli registri che compongono questa serie sono annotate le portate dei beni che il Comune possiede a titolo di Dominio Diretto "secondo i sovrani ordini del dì 19 febbraio 1836" dall'Opera della Cattedrale di Volterra (1845-48), dal Seminario Vescovile di Modigliana (1856), dalla Direzione generale dell'Amministrazione dei R. R. Possessi (1857) e dalla Pieve di S. Giovanni Battista di Querceto (1861).
nn. 153-159

d) Documenti a corredo di Livelli e Proventi

Ciascuno dei livelli registrati nei rispettivi Campioni necessita di documentazione a corredo che spesso risale anche a periodi molto precedenti l'epoca in cui viene formato il fascicolo o "inserto", si tratta di contratti in copia o autentici, di relazioni, perizie ecc.
Ciascun inserto dovrebbe essere riconducibile, tramite un numero che lo contrassegna e il nome del livellario, al Campione cui si riferisce, non sempre però la conservazione di tali documenti lo permette ed anche nell'archivio di Bibbona la loro esatta identificazione non è completa.
nn. 160-164

e) Poste inesatte e Penali incassate

Si sono conservati un "Registro delle Penali incassate dal camarlingo della comunità di Bibbona in seguito delle accuse presentate dal Guardia Tommaso Perfetti" (1846-1848) e due registri relativi al 1861 e 1862 definiti "delle Poste inesatte dei debitori per tassa familiare, tassa sui coloni e artigiani, canoni, censi ed altre rendite comunitative".
nn. 165-167


icona top