Tasti di scelta rapida del sito: Menu principale | Corpo della pagina | Vai alla colonna di sinistra

AST | Recupero e diffusione degli inventari degli archivi toscani
Menu di navigazione
Home » Ricerca guidata » Complessi archivistici - Fondi » Visualizza scheda
stampa

Colonna con sottomenu di navigazione


Contenuto della pagina


Stato civile

Livello: serie

Estremi cronologici: 1815 - 1855

Consistenza: 2 unità

Con la Restaurazione le competenze riguardanti la tenuta dei registri dello stato civile passarono dal maire al gonfaloniere e quindi tornarono ai parroci i quali, secondo quanto stabilito con decreto del 28 maggio 1814, dovevano inviare ai gonfalonieri una nota mensile dei nati, dei matrimoni, e dei morti. Era poi compito del gonfaloniere trasferire i dati inviati dai parroci nei registri dello stato civile . Nell'archivio di Piteglio si conservano, in un'unica busta, gli stati delle famiglie degli anni 1851-1855, redatte dai parroci.


409(F2; 48)
Stato civile degli anni 1816 e l817
Stati mensili delle anime di Piteglio, Popiglio, Calamecca, Crespole, Lanciole
B. di Fasc. 38
1815 - 1817
410
Stati delle famiglie divisi per popoli e parrocchie
B. di Fasc. 17
[1851]-1855
icona top