Tasti di scelta rapida del sito: Menu principale | Corpo della pagina | Vai alla colonna di sinistra

AST | Recupero e diffusione degli inventari degli archivi toscani
Menu di navigazione
Home » Ricerca guidata » Complessi archivistici - Fondi » Visualizza scheda
stampa

Colonna con sottomenu di navigazione


Contenuto della pagina


Arruolamento militare

Livello: serie

Estremi cronologici: 1826 - 1853

Consistenza: 12 unità

Il sistema della tassazione implicava la tenuta di registri (n. 234-237) nei quali, di contro alla annotazione delle singole poste, indicanti nome e cognome del coscritto e la quota da pagarsi, il camarlingo della comunità segnava le riscossioni. La tassa doveva essere pagata entro dieci giorni dalla consegna del registro al camarlingo, il quale era in obbligo successivamente di rimetterlo alla deputazione, con la nota degli eventuali morosi, al fine di procedere contro i medesimi.
Le unità n. 238-240 costituiscono i ruoli dei giovani chiamati annualmente a pagare la tassa sopra l'arruolamento. In essi sono riportati vari dati: il premio da corrispondersi alle reclute, le quote impositive assegnate a ciascuna delle sei classi in cui venivano suddivisi i coscritti, infine l'elenco alfabetico di questi ultimi con l'indicazione per ciascuno di essi della classe di appartenenza e dell'importo da pagare.
L'unità n. 241 consiste in un registro in cui venivano iscritti i giovani compresi nell'arruolamento che si erano presentati davanti al cancelliere per mettersi in nota.



icona top