Tasti di scelta rapida del sito: Menu principale | Corpo della pagina | Vai alla colonna di sinistra

AST | Recupero e diffusione degli inventari degli archivi toscani
Menu di navigazione
Home » Ricerca guidata » Complessi archivistici - Fondi » Visualizza scheda
stampa

Colonna con sottomenu di navigazione


Soggetto conservatore:
  • Atti del cancelliere. Comune di Montale

Contenuto della pagina


III. Atti del cancelliere

Livello: fondo

Estremi cronologici: 1719 - 1850

Consistenza: 8 unità

[L'inventario dell'archivio preunitario di Montale (1560-1859) è stato articolato in sette sezioni.] <...> La terza sezione (nn. 189-196) raccoglie documentazione attinente a varie comunità, e fra queste Montale, della Cancelleria delle Podesterie.

Vengono qui di seguito elencate alcune unità documentarie che, per il loro particolare condizionamento esterno (filze e registri contenenti atti di più comunità raccolti insieme), sono da ascriversi all'archivio del cancelliere delle Podesterie. Si precisa che, sia per l'esiguità della serie che per il tipo di condizionamento degli atti, si è ritenuto opportuno aggregare unità documentarie afferenti a periodi storici diversi.
Nel registro segnato n. 189 sono riportate, a fronte dell'elenco delle contribuzioni richieste anno per anno alle comunità comprese nel territorio della Cancelleria per il buon mantenimento del corso dei fiumi e delle strade, le indicazioni dei pagamenti effettuati dai camarlinghi dei comunelli all'Ufficio Fiumi e Strade di Pistoia1. Non sono riportati i nominativi dei camarlinghi, i quali del resto erano soliti segnalare tali pagamenti fra le voci a uscita dei saldi che annualmente rimettevano. Questo registro quindi sembra essere stato allestito dal cancelliere per propria utilità.
Tre unità documentarie (n. 190, 191 e 192) contengono copie di contratti di enfiteusi, vendite, allivellazioni, estinzioni di censi, scioglimenti di debiti ecc., rogati nella sede di Pistoia della Cancelleria delle Podesterie e riguardanti le comunità di Serravalle, Tizzana e Montale. L'unità n. 192 riguarda anche le comunità di Lamporecchio, Marliana e Cantagallo. L'unità n. 190 comprende anche vari contratti di accolli perpetui, stabiliti dal motuproprio del 4 marzo 17762, affidati alle comunità di Montale, Serravalle e Tizzana per l'efficiente mantenimento di quei tratti di strada regia pistoiese compresi entro i loro confini. L'impegno delle sunnominate comunità assumeva la forma di un contratto regolarmente rogato fra il Soprassindaco della Camera delle Comunità di Firenze e il deputato appositamente eletto dalle comunità interessate.
L'unità n. 193 consiste in un registro nel quale il cancelliere trascriveva le notificazioni pubbliche relative a vendite e allivellazioni di beni immobili della comunità e delle confraternite del Montale, lavori di riparazione di strade e di manutenzione varia, concorsi a impieghi pubblici, scadenze di termini di pagamento, e loro eventuali proroghe, per i contribuenti, deliberazioni del Magistrato Comunitativo, messa a sindacato del Podestà3.
Le licenze contenute nell'unità n. 194 riguardano i dimoranti a Montale, Serravalle e Tizzana: consistono in permessi, indicanti il numero dei giorni, per prelevare acqua dai fiumi e torrenti delle suddette località, allo scopo di innaffiare i prati e i terreni seminativi. Il registro in questione è composto semplicemente dalle matrici dei fogli di permesso, conservate dal cancelliere.
Infine le ultime due unità, n. 195 e 196, contengono le registrazioni di stato civile di alcune comunità della Cancelleria. In età di Restaurazione le comunità cessarono quelle competenze in materia di stato civile che avevano assunto in epoca napoleonica; nello stesso tempo però una circolare della Camera delle Comunità di Firenze del 13 febbraio 18154 incaricò i cancellieri di vigilare affinché i parroci rimettessero loro le note dei nati, morti e matrimoni nelle comunità comprese nella circoscrizione, note che dovevano poi essere trasmesse in duplicato alla Imperiale e Regia Segreteria di Stato. Successivamente, nel 18175, fu istituito presso la Segreteria del Regio Diritto un Ministero per lo Stato Civile il quale, per il tramite degli stessi cancellieri comunitativi, era tenuto a ricevere annualmente dai paroci i duplicati dei registri di nascita, morte e matrimonio, nonché gli estratti mensili. È probabile che i registri di stato civile conservati nell'archivio di Montale siano stati compilati dal cancelliere ad uso proprio, sulla base dei suddetti estratti mensili.



189
Libro di saldi delle imposizioni di fiumi e strade
Con repertorio parziale. I saldi sono effettuati dai camarlinghi dei comunelli, nell'ordine, di:
Treppio (1721-1760), Momigno (Podesteria di Serravalle) (1720-1760), S. Piero Agliana (1742-1760), Fossato (1728-1760), S. Biagio a Vignole (Podesteria di Tizzana) (1719- 1760), Luiccìana e Cantagallo (1728-1760), Lamporecchio (Podesteria di Serravalle) (1746-1760), Torri (1721-1760), Tobbiana (1721-1760), S. Niccolao Agliana (1746-1760), Larciano (Podesteria di Serravalle) (1728-1760), Marliana (Podesteria di Serravalle) (1728-1760), Serravalle (1719-1760), Montagnana (Podesteria di Serravalle) (1720-1760), Iandaia (1728-1760), Migliana (1728-1760), Usella (1728-1760), Castro e Conio (Podesteria di Tizzana) (1728-1760), Quarrata (Podesteria di Tizzana) (1728-1760), Casore del Monte (Podesteria di Serravalle) (1726-1760), Serra (Podesteria di Serravalle) (1720-1760), Tizzana (1746-1760), Cecina (Podesteria di Serravalle) (1746-1760), Casale (Podesteria di Serravalle) (1738-1760), S. Michele Agliana (1746-1760).
Reg. leg. perg. cc. scritte 143
1719 - 1760
190
Copie di contratti. Tomo Primo. Filza 1a
Reg. leg. perg. cc. così numerate: 1 - 22; 1 - 90; 1 - 3
1779 feb. - 1781 feb.
191
Filza 2a di copie di contratti delle tre Comunità1
Filza leg. perg. cc. così numerate: 1 - 211; 222 - 225
1781 giu. - 1787 giu.
192
Filza 3a di copie di contratti delle sei Comunità1
Alle cc. 37-51 convenzione confinaria tra il Granducato di Toscana e lo Stato Pontificio.
Alle cc. 52-152 concordato sui confini fra la Podesteria della Sambuca e la Legazione di Bologna dello Stato Pontificio, del gennaio 1790.
Alle cc. 171-177 convenzione per la determinazione dei confini fra la comunità di Buggiano e quella di Serravalle, del maggio 1793.
Contiene inoltre un fascicolo di cc. 32, datato 20 settembre 1844, consistente in un atto notarile di determinazione di confini fra lo Stato Pontificio e il Granducato di Toscana.
Filza leg. perg. cc. 636
1787 feb. - 1824 gen.
193
Libro d'incanti della Comunità e Luoghi pii del Montale
Contiene anche 4 carte sciolte, numerate, riguardanti altre notificazioni del cancelliere e datate 31 maggio, 26 luglio, 2 dicembre 1817 e 27 febbraio 1819.
Reg. leg. perg. cc. scritte 130
1781 giu. - 1818 lug.
194
Registro delle licenze d'acque
A c. 1r.: « Registro delle licenze state spedite dalla Cancelleria delle Podesterie di Pistoia per l'irrigazione delle acque nella stagione estiva dall'anno 1815 a tutto il 1829 ».
Reg. leg. perg. cc. n.n.
1815 giu. - 1830 set.
195
Registro dei nati, matrimoni e morti. Montale
Registro diviso in tre parti. Gli estremi cronologici degli elenchi dei nati, matrimoni e morti sono rispettivamente: 12 gennaio 1833 - 25 marzo 1847; 17 gennaio 1833 - 30 dicembre 1850; 2 gennaio 1833 - 26 dicembre 1850.
Reg. leg. cart. cc. n.n. ; lievemente danneggiato
1833 gen. 2 - 1850 dic. 30
196
Stato civile
La busta contiene:
1. Registro dei nati della comunità di Sambuca (1836 febbraio 29 - 1840 dicembre 28)
2. Registro dei morti della comunità di Tizzana (1847 agosto 2 - 1849 dicembre 22)
3. Registro dei morti della comunità di Tizzana (1850 gennaio 2 - 1850 dicembre 31).
Busta leg. perg. cc. n.n.
1836 feb. 29 - 1850 dic. 31


icona top