Tasti di scelta rapida del sito: Menu principale | Corpo della pagina | Vai alla colonna di sinistra

AST | Recupero e diffusione degli inventari degli archivi toscani
Menu di navigazione
Home » Ricerca guidata » Complessi archivistici - Fondi » Visualizza scheda
stampa

Colonna con sottomenu di navigazione


Contenuto della pagina


Capitoli, Ragioni icona e Privilegi

Livello: serie

Estremi cronologici: 1374 - 1543

Consistenza: 3 unità

Il Comune di Massa Marittima instaurò rapporti a vario titolo con il Comune di Siena fin dal 1241. Questi rapporti, che in un primo momento mantennero un certo equilibrio tra le parti, vennero poi ad assumere, gradualmente, un diverso significato nel momento in cui Siena acquistò il carattere di Comune "dominante" e Massa entrò nella sua sfera di potere e nel suo distretto. Così, dalla vera e propria lega costituita con Siena il 25 aprile 1276, si arrivò ai capitoli d i sottomissione del 5 ottobre 1335 che, con quelli seguenti, riflettono una situazione nella quale Massa appare gravata da sempre più pressanti obbligazioni sia di carattere politico amministrativo che di carattere economico fiscale 1


4(726)
Libro di ragioni
Al [nome] di Dio et de la sua madre sempre Vergine Maria et del grorioso confessore santo Cerbone padre de la città di Massa et di tutta la corte celeste di paradiso santa et pacie. Questo et no uno comincio di libro di ragioni infral comuno di Massa el comuno di Siena tenuto onere prencipiato per me Pavolo di Pervado commciato in calende di aprile anno mille settanta quatro il quale conterà più cose in prima i servigi chel comuno di Massa fara al comuno di Siena et il premio fatto per esso comuno al comuno di Massa et memoria di quelli che so amettre. Ancho le pollize et quantità tratti dessi servigi et a che tempo seranno messi a la bicherna al debito del comuno di Massa. Ancho quello chede avere il comuno di Siena ciascuni sei mesi et appresso i pagamenti che si tarano e sa metterano in bicherna per qualunque cagione il nome dei camarlinghi et istrittori a loro tempi et saldi de le ragioni che si faranno .
reg. cc. 87 senza cop.
1374 apr. - 1389 lug.
5
Patti e privilegi con Siena
Conventiones privilegia et pacta diversis temporibus firmatae et concordatae inter Senenses et Massanos cives, aliaque documenta in fine prò manutentione privilegiorum per rescripta principis et sententias magistratuum Senarum. Presens liber restauratus et colligatus fuit a Joanne Maria Martinelli a Monte Jovio notario publico, civique Senense cancellano Massanae comunitatis A.D. MDCCXXXVI.
Codice membranaceo leg. in perg. cc. 60
1467 - sec. XVII
6(743)
Libro dei censi
Questo è lantenticho libro chiamato e libro de crensi della cipta di Massa in nel quale saranno istripti et notati tutti ciensi et ogni altro denario per qualunche cagione si fusse e quali la sopradetta ciptà di Massa fusse tenuta et oblighata di pagare al magnificho e potente chomuno di Siena sichondo la forma de chapitoli e quali la sopradetta comunità à cola magnificha et potente cipta di Siena e quali fumo fatti et ordinati adi XXVII di setembre nel 1467 per anni quindici de li quali apare publico ¿strumento di mano del prudente huomo ser Ranieri di Ghindo Brenghutti notaro Senese et allora notaro del magnificho Concistoro di Siena. Nel quale tutti e denari partitamente che si pagheranno d'anno in anno durante al tempo dessi capitoli aparereanno et a quelli camarlinghi loro mandati che per loro lettore si pagheranno el quale libro a chiarezza et apperpetua memoria è istato ordinato et deliberato per li opportuni consigli de la ciptà di Massa et al tempo di me Lodovicho d'Andrea di Piero ispetiale ciptadino Massano istriptore primo del detto libro per lo laudabile uffitio de li signori priori diputato al detto uffitio .
Registro cc. 297 di cui 226 scritte con foglio di guardia costituito da un frammento membranaceo di scrittura contabile [sec. XIV]
1467 set. - 1543
icona top