Tasti di scelta rapida del sito: Menu principale | Corpo della pagina | Vai alla colonna di sinistra

AST | Recupero e diffusione degli inventari degli archivi toscani
Menu di navigazione
Home » Ricerca guidata » Complessi archivistici - Fondi » Visualizza scheda
stampa

Colonna con sottomenu di navigazione


Contenuto della pagina


Deliberazioni

Livello: serie

Estremi cronologici: 1575 - 1776

Consistenza: 3 unità

Gli atti si riferiscono alla "Podesteria di fuori", che comprendeva tutti i comuni minori. La magistratura che emetteva le deliberazioni era quella dei rappresentanti o sindaci, che erano due estratti da sei borse (con due nomi accoppiati e una di spicciolati) contenenti i nomi dei consiglieri dei comunelli.
I due sindaci si riunivano per deliberare nella cancelleria di Bibbiena, alla presenza del cancelliere che fungeva da attuario, a volte anche insieme ai consiglieri dei vari comuni. Nel corso del Seicento scomparve la denominazione di "Podesteria di fuori", e rimase solo il termine generale di Podesteria; pur restando invariata la struttura rappresentativa venne a modificarsi, come siè già detto, la sua funzione amministrativa. La serie delle deliberazioni è composta da tre registri che abbracciano il periodo 1575-1776, ma nel primo registro dei saldi (n. 32) degli anni 1566-1578 si trovano anche le deliberazioni per il decennio 1566-1575.


29(B 230, 1149)
Partiti [dei rappresentanti]
Filza formata da 3 regg. leg. perg. cc. 1-157, 1-142, 1-90
1575 lug. 5 - 1681 gen. 31
30(B 231, 1150)
Partiti [dei rappresentanti]
Reg. leg. perg. cc. 191
1681 mar. 28 - 1730 set. 15
31(B 232, 1151)
Partiti [dei rappresentanti]
Reg. leg. perg. cc. 119
1730 set. 12 - 1776 ott. 31
icona top