Tasti di scelta rapida del sito: Menu principale | Corpo della pagina | Vai alla colonna di sinistra

AST | Recupero e diffusione degli inventari degli archivi toscani
Menu di navigazione
Home » Ricerca guidata » Complessi archivistici - Fondi » Visualizza scheda
stampa

Colonna con sottomenu di navigazione


Contenuto della pagina


Dazzaioli icona dell'estimo e del sale

Livello: serie

Estremi cronologici: 1750 - 1765

Consistenza: 1 unità

I comuni del distretto fiorentino erano sottoposti al pagamento dell'estimo, una imposizione che gravava sia sui redditi derivanti da beni immobili che su quelli derivanti dall'esercizio di arti e traffici.
Il cancelliere preparava i dazzaioli riportandovi l'elenco dei debitori e l'aliquota da essi dovuta e li consegnava al camarlingo per l'esazione dell'imposta. Per quanto riguarda la tassa sul sale ogni comunità era obbligata a rifornirsi presso la Gabella del sale di Firenze di una quantità di sale prefissata secondo il numero delle bocche e delle bestie da cacio.
Il camarlingo stava in carica un anno e fungeva contemporaneamente da distributore del sale e da esattore dell'imposta, operazioni che svolgeva servendosi del dazzaiolo preparato anche in questo caso dal cancelliere. Le unità archivistiche di questa serie comprendono legati insieme i dazzaioli delle due imposizioni.
Di solito uno stesso camarlingo si occupava di riscuotere entrambe le tasse.


5(già 212)
Dazzaiolo dell`estimo e del sale
Camarlingo
Estimo: Leonardo di Matteo Spadacci 1750 - 1751
Estimo: Giuseppe Angiolo Angiolini 1751 - 1752
Sale: Leonardo di Matteo Spadacci 1752
Estimo: Leonardo di Matteo Spadacci 1752 - 1753
Sale: Leonardo di Matteo Spadacci 1753
Estimo: Leonardo di Matteo Spadacci 1753 - 1754
Sale: Giuseppe di Domenico Angiolini 1754
Estimo: Giuseppe di Domenico Angiolini 1754 - 1755
Sale: Bartolomeo di Francesco Volpi 1756
Estimo: Bartolomeo di Francesco Volpi 1756 - 1757
Giovanni Francesco di Piero di Giovanni Bottoni 1757 - 1758
Giovanni Francesco di Piero di Giovanni Bottoni 1759 - 1760
Andrea di Giovanni Pasquino Guglielmini 1764 - 1765

Registro legato in carta cc. scritte 148
1750 - 1765
icona top