Tasti di scelta rapida del sito: Menu principale | Corpo della pagina | Vai alla colonna di sinistra

AST | Recupero e diffusione degli inventari degli archivi toscani
Menu di navigazione
Home » Ricerca guidata » Complessi archivistici - Fondi » Visualizza scheda
stampa

Colonna con sottomenu di navigazione


Contenuto della pagina


Imposte sulle patenti

Livello: serie

Estremi cronologici: 1809- 1813

Consistenza: 1 unità

In base alla legge del primo brumaio dell'anno VII (1 ottobre 1799) relativa alla Contribuzione delle Patenti 1 , tutti coloro che avessero esercitato "il commercio, l'industria, i mestieri o le professioni indicati nella tariffa annessa alla presente", erano tenuti a munirsi di una patente e a pagare i diritti fissati per la classe cui appartenevano. Le classi di appartenenza erano sette e la tariffa variava proporzionalmente al numero della popolazione residente nella mairie che la rilasciava 2 . I diritti della patente dovevano essere pagati al ricevitore che aveva il compito di redigere un "registro particolare della riscossione dei diritti di patente" speditogli dal Direttore della Direzione, numerato e contrassegnato dal Presidente dell'Amministrazione municipale del cantone o del comune. Le patenti erano personali, pertanto chi esercitasse un'attività era tenuto ad avere la propria.


105
Domande per conseguire l'apertura di pubblici esercizi 1809 al 1813
Contiene:
1) Ruolo dei patentati 1811
2) Ruolo dei patentati 1812
3) Richieste e concessioni 1809-1813.
Busta in carta
1809 - 1813
icona top