Tasti di scelta rapida del sito: Menu principale | Corpo della pagina | Vai alla colonna di sinistra

AST | Recupero e diffusione degli inventari degli archivi toscani
Menu di navigazione
Home » Ricerca guidata » Complessi archivistici - Fondi » Visualizza scheda
stampa

Colonna con sottomenu di navigazione


Soggetto conservatore:

Contenuto della pagina


Biblioteca labronica "Francesco Domenico Guerrazzi"

Livello: serie

Estremi cronologici: 1945 - 1967

Consistenza: 29 unità

Nel 1816 Giuseppe Vivoli istituì, con il beneplacito del Granduca Ferdinando III di Lorena, l'Accademia Labronica per promuovere le scienze, le lettere e le arti. Presso l'Accademia, che cessò di esistere prima del Novecento, fu creata una biblioteca per i soci che, arricchitasi di un grande patrimonio librario a seguito di donazioni, nel 1840 fu aperta al pubblico e nel 1852 fu donata al Comune. La Biblioteca Comunale crebbe a seguito di acquisti, donazioni ed acquisizioni di collezioni di autografi, manoscritti1 e biblioteche private tra cui quella di Francesco Domenico Guerrazzi che darà il nome alla biblioteca. La biblioteca conserva anche edizioni stampate a Livorno a partire dal Seicento ed edizioni di valore tecnico e scientifico a partire dal Settecento2.
La documentazione afferente a questa serie, prodotta dalla Biblioteca, testimonia tutta l'attività svolta nel settore bibliotecario dal 1945 al 1965, conserva la testimonianza delle donazioni bibliotecarie e museali recepite dall'Amministrazione Comunale ed i trasferimenti dei beni culturali a scopo di tutela effettuati nel periodo bellico e post-bellico.
La serie è costituita da 22 buste titolate "Atti ufficio e Personale" e da 7 registri di Protocollo archiviati in ordine cronologico.

La serie documentaria, in ottimo stato di conservazione, è stata trasferita nell'anno 1999 dai magazzini posti nei locali dei "Bottini dell'Olio" in via Forte San Pietro all'Archivio di Deposito di via Provenzal; nell'anno 2003 è stata poi inserita nell'Archivio storico.



icona top