Tasti di scelta rapida del sito: Menu principale | Corpo della pagina | Vai alla colonna di sinistra

AST | Recupero e diffusione degli inventari degli archivi toscani
Menu di navigazione
Home » Ricerca guidata » Complessi archivistici - Fondi » Visualizza scheda
stampa

Colonna con sottomenu di navigazione


Soggetto conservatore:

Contenuto della pagina


Cancelleria comunitativa di Livorno

Livello: sottoserie

Estremi cronologici: 1818 - 1865

Consistenza: 92 unità

Il periodo napoleonico, come noto, aveva introdotto nelle amministrazioni dei Comuni l'Ufficio dello Stato civile. Con la Restaurazione tale ufficio, pur basandosi su di una nuova legislazione, venne mantenuto. Il motuproprio del 18 giugno 1817 imponeva ai parroci di redigere, funzione che espletavano già da secoli, tre distinti registri anche per il culto non cattolico: uno per i nati, uno per i morti e uno per i matrimoni.
I registri di piccole dimensioni che compongono le sottoserie sono formati ognuno da duecento atti prestampati. Le unità documentarie riportano sulla costola in alto una antica numerazione del nucleo documentario e in basso, in alcuni esemplari, vi sono tracce di una precedente numerazione d'inventario. Sempre sulla costola vengono segnalati gli estremi cronologici.



icona top