Tasti di scelta rapida del sito: Menu principale | Corpo della pagina | Vai alla colonna di sinistra

AST | Recupero e diffusione degli inventari degli archivi toscani
Menu di navigazione
Home » Ricerca guidata » Complessi archivistici - Fondi » Visualizza scheda
stampa

Colonna con sottomenu di navigazione


Soggetto conservatore:

Contenuto della pagina


Affari

Livello: sottoserie

Estremi cronologici: 1865 - 1960

Consistenza: 3396 unità

Questa serie costituisce la parte più consistente dell'Archivio Storico livornese e raccoglie gli atti dell'Amministrazione. Si tratta della serie più ampia e articolata dell'archivio. Oggetto della schedatura sono gli anni che vanno dal 1865 al 1954. La documentazione è organizzata in fascicoli numerati e con una intitolazione. Per ogni anno si conservano tra i due e i trecento fascicoli, raccolti in buste; il numero varia a seconda delle esigenze dell'Amministrazione, gli scarti effettuati o i furti subiti.
La serie si presenta condizionata in faldoni (in linguaggio tecnico archivistico definiti "buste"), che riportano fino al 1900 una vecchia numerazione d'inventario e le indicazioni dei numeri dei fascicoli raccolti. Poco numerose sono le lacune.
Anche per gli anni del periodo bellico è conservato un numero consistente di buste (53 buste per il 1941, 31 per il 1942, 36 per il 1943 e 20 per il 1944). Dei contenitori originali si è cercato di conservare, quando possibile, almeno la costola a documentazione della primitiva sistemazione.
I fascicoli sono organizzati in ordine alfabetico e per aree di interesse; la titolatura può aiutare a ricostruire l'ordinamento politico-amministrativo dei Comuni, stabilito con la L. n. 2248 del 20 marzo 1865 e le successive modifi cazioni. È importante ricordare che l'Amministrazione del Comune di Livorno non ha mai messo in atto le disposizioni della circolare ministeriale del 1 marzo 1897, che prevedeva la suddivisione degli atti in categorie e classi.
Nella schedatura informatizzata sono stati riportati testualmente i titoli dei fascicoli nello spazio appositamente creato nella scheda di registrazione, denominato "Suddivisione interna delle unità documentarie", che ha permesso di avere per ogni anno un elenco degli atti trattati dall'Amministrazione. Le informazioni raccolte in quest'area sono completate dalle altre trascritte nel campo "Note dello schedatore", dove si precisa l'eventuale scarto effettuato del materiale (importanti operazioni di scarto a favore della Croce Rossa Italiana furono effettuate negli anni precedenti le due guerre mondiali; in tali occasioni veniva alienato il contenuto del fascicolo e conservato il medesimo, con un timbro che ne segnalava l'avvenuta eliminazione), la presenza di documenti eccezionali o semplicemente se il fascicolo è vuoto.


icona top