Tasti di scelta rapida del sito: Menu principale | Corpo della pagina | Vai alla colonna di sinistra

AST | Recupero e diffusione degli inventari degli archivi toscani
Menu di navigazione
Home » Ricerca guidata » Complessi archivistici - Fondi » Visualizza scheda
stampa

Colonna con sottomenu di navigazione


Contenuto della pagina


Imborsazioni e tratte icona

Livello: serie

Estremi cronologici: 1834 - 1845

Consistenza: 1 unità

Nel 1816 mutarono le modalità di nomina del gonfaloniere ma non quella riguardante priori e consiglieri, che continuarono ad essere scelti per tratta fino al 1848. Il metodo della tratta consisteva nell'estrazione di nomi di possidenti della Comunità da due borse, una per la nomina dei priori, l'altra per l'elezione dei consiglieri. Secondo il regolamento del 24 febbraio 1777 era il cancelliere comunitativo a redigere gli elenchi dei possidenti che avessero una determinata massa d'estimo, sulla base delle informazioni rilevabili dai catasti. Al termine dell'elenco il cancelliere indicava la data e i nomi dei magistrati comunitativi estratti. Per quanto riguarda Terrarossa la legge del 16 settembre 1816 prevedeva che per poter essere inclusi nella borsa dei priori occorreva avere il censo legale di soldi 100, mentre la legge del 22 agosto 1834 aumentò il numero dei consiglieri da eleggersi annualmente da sei a nove.


8691(Vecchia segnatura: "92")
Borsa dei Gonfalonieri e Priori: nota de possidenti aventi diritto all'imborsazione
Filza di due quaderni con legatura in cartone cc. numm. 1-7; 1-2 + 2 bb.
1834 ago. 22 - 1845 ago. 30
icona top