Tasti di scelta rapida del sito: Menu principale | Corpo della pagina | Vai alla colonna di sinistra

AST | Recupero e diffusione degli inventari degli archivi toscani
Menu di navigazione
Home » Ricerca guidata » Complessi archivistici - Fondi » Visualizza scheda
stampa

Colonna con sottomenu di navigazione


Soggetto conservatore:

Contenuto della pagina


Estimi

Livello: serie

Estremi cronologici: 1824 - [1825]

Consistenza: 4 unità

Nel dicembre 1824 il Delegato governativo conte Bayard De Volo emanò un "Piano di riforma del censimento delle province della Lunigiana estense" nel quale era previsto che ogni comune dovesse avere il suo estimo, e conseguentemente che ogni sezione dovesse formare i suoi registri censuari particolari con i nominativi dei possessori di fondi sottoposti a censo. Quei comuni che non possedessero campioni o registri d'estimo, dovevano provvedere a fare eseguire le "denunzie ed intestazione dei fondi, e l'impianto regolare dei nuovi campioni o registri" entro il 1825. Per permettere l'aggiornamento delle quote contributive dei contribuenti il sindaco era anche tenuto a trasmettere all'Ufficio del censo le volture riguardanti eventuali nuovi beni acquisiti e le relative alienazioni.
La serie comprende, oltre alla copia del citato piano di riforma, un registro di estimo terreni nonché le schede contenenti le denunce d'estimo; le unità non sono datate, ma possono essere riferite al 1825 in base a indicazioni esterne.


5311
Estimo terreni
Registro privo di legatura cc. numm. 51
[1825]
icona top