Tasti di scelta rapida del sito: Menu principale | Corpo della pagina | Vai alla colonna di sinistra

AST | Recupero e diffusione degli inventari degli archivi toscani
Menu di navigazione
Home » Ricerca guidata » Complessi archivistici - Fondi » Visualizza scheda
stampa

Colonna con sottomenu di navigazione


Contenuto della pagina


Religione

Livello: serie

Estremi cronologici: 1797 - 1812

Consistenza: 2 unità

I rapporti tra Comune e religiosi in Licciana furono contrastati. In particolare nacque un contenzioso tra la Municipalità ed il convento dei Servi di Maria che in Licciana aveva sede, nelle persone dei padri serviti Correrini e Chiocca, rispettivamente priore e frate del convento. La causa riguardava il mancato adempimento dell'obbligo che l'istituto religioso aveva nei confronti della comunità di Licciana di aprire a sue spese scuole pubbliche e di stipendiare due maestri, obbligo contratto dal convento nei confronti dell'allora feudatario dietro suo compenso in denaro, con due scritture private datate 1768 e 1771, e con pubblico strumento redatto nel 1772. 1 Il convento fu soppresso nel luglio del 1798 e l'amministrazione dei beni dell'ex convento fu avocata dal sindaco il quale, con i proventi derivanti, provvide da allora a stipendiare gli insegnanti. 2
Il fascicolo relativo al Convento dei Servi di Maria contiene per gran parte carteggio riguardante la causa, la soppressione e l'amministrazione dei beni conventuali pervenuti alla Comune. Informazioni riguardanti contenzioso e soppressione si trovano anche in "Carteggio del sindaco poi maire" anni 1797-1798.


1111
Convento dei Servi di Maria di Licciana
Cartella
1797 feb. 15 - 1814 apr. 15
1121
Carteggio e atti riguardanti il divieto di adunanze notturne di confratelli e i redditi percepiti dalle parrocchie
Contiene minute in precedenza estrapolate ed inserite nel fondo del Comune austro estense di Varano senza alcun motivo appartente.
Cartella
1812 mar. 20 - apr. 24
icona top