Tasti di scelta rapida del sito: Menu principale | Corpo della pagina | Vai alla colonna di sinistra

AST | Recupero e diffusione degli inventari degli archivi toscani
Menu di navigazione
Home » Ricerca guidata » Complessi archivistici - Fondi » Visualizza scheda
stampa

Colonna con sottomenu di navigazione


  • Comitato di liberazione nazionale. Archivio storico del Comune di Larciano

Contenuto della pagina


Comitato di liberazione nazionale

Livello: fondo

Estremi cronologici: 1944 - 1946

Consistenza: 1 unità

Il Comitato di liberazione nazionale il 3 settembre 1944 prese possesso del Comune per disposizione del Governo Militare Alleato; fra i primi provvedimenti vi furono la destituzione dall'incarico del commissario prefettizio e la compilazione di una lista degli ex fascisti da epurare.
Dopo la prima fase, il 16 settembre 1944 le funzioni che il C.L.N. si era assunto vennero restituite al Sindaco Foscolo Monti e alla Giunta.
Il Comitato, in quanto organo consultivo, non poteva impartire ordini al Sindaco che era comunque tenuto a collaborare e a valutare eventuali nomine o attività proposte dal Comitato.
In linea generale era compito dei Comitati formulare proposte di epurazione attraverso gli organi competenti, sporgere denuncia alla Commissione di giustizia per i delitti fascisti, segnalare i casi di indebiti arricchimenti per cause di guerra o per mercato nero.


1
Busta con carteggio
Busta
1944 - 1946


icona top