Tasti di scelta rapida del sito: Menu principale | Corpo della pagina | Vai alla colonna di sinistra

AST | Recupero e diffusione degli inventari degli archivi toscani
Menu di navigazione
Home » Ricerca guidata » Complessi archivistici - Fondi » Visualizza scheda
stampa

Colonna con sottomenu di navigazione


Contenuto della pagina


Tassa prediale

Livello: serie

Estremi cronologici: 1765 - 1774

Consistenza: 2 unità

La tassa su poderi e terre del Granducato fu istituita con il Bando del 9 settembre 1751. 1 La tassa che avrebbe dovuto avere carattere straordinario per supplire alle spese sostenute per debellare la peste bovina gravava in parti uguali su proprietari e lavoratori. I poderi furono suddivisi in classi secondo la loro presunta rendita e tassati con una cifra fissa. I camarlinghi comunitativi avevano il compito di riscuotere la tassa e versare il ricavato nella cassa dei Signori Nove.
L'imposizione fu confermata con bando 22 gennaio 1765 2 per spese di sanità e via via rinnovata fino al 3 giugno 1769. 3 Il reparto qui conservato è relativo a quest'ultimo bando e rimane valido fino alla riforma leopoldina.


650
Riscontro della Tassa dei Foderi secondo il regolamento del 1751 in ordine al rescritto del 22 gennaio 1765
Fascicolo senza coperta
1765
629
Tassa prediale
Camarlingo:
Francesco Maria Comparini
Cancelliere:
Francesco Ferretti

Registro senza coperta
1769 - 1774
icona top