Tasti di scelta rapida del sito: Menu principale | Corpo della pagina | Vai alla colonna di sinistra

AST | Recupero e diffusione degli inventari degli archivi toscani
Menu di navigazione
Home » Ricerca guidata » Complessi archivistici - Fondi » Visualizza scheda
stampa

Colonna con sottomenu di navigazione


Contenuto della pagina


Imborsazioni

Livello: serie

Estremi cronologici: 1814 dicembre 24 - 1829 settembre 12

Consistenza: 1 unità

Dal 1816 la carica di gonfaloniere venne assegnata per nomina granducale, mentre quelle di priori e consiglieri continuarono ad essere scelti per tratta fino al 1849. Come già indicato, a Caprio il Magistrato era costituito inizialmente dal gonfaloniere e da quattro priori; nel 1815 fu ridotto a due priori e nel 1839 il numero dei residenti nel Magistrato fu nuovamente portato a cinque. Secondo il Regolamento comunitativo del 24 febbraio 1777, era il cancelliere a redigere gli elenchi in ordine alfabetico dei possidenti delle singole comunità sulla base dati catastali. Alla fine dell'elenco indicava la data della tratta e i nomi dei magistrati comunitativi estratti. A Caprio con deliberazione del 20 settembre 1820 fu stabilito un censo estimale di dieci denari, corrispondenti a fiorentine L. 12000, perché si potesse essere estratti come priore o come camarlingo. Con la formazione del nuovo catasto, nel 1834 il censo legale fu stabilito a L. 600; ma, prendendo atto che con tale provvedimento avrebbero avuto diritto a risiedere nella borsa dei priori solo cinque individui, fu ridotto alla cifra di L. 250.


97
Imborsazioni
Contiene 2 fascicoli:

1. Borse delle Comunità di Caprio Gonfaloniere, Priori e Camarlinghi, 1814 dicembre 24 - 1829 settembre 12, cc.1-8 di cui 6-8 bb.

2. Cancelleria di Pontremoli, Comunità di Caprio. Borsa per l'estrazione dei consiglieri fatta lì 22 ottobre 1821 1821 ottobre 22 - 1826 settembre 12, cc.1-12


Busta cartacea
1814 dicembre 24 - 1829 settembre 12
icona top