Tasti di scelta rapida del sito: Menu principale | Corpo della pagina | Vai alla colonna di sinistra

AST | Recupero e diffusione degli inventari degli archivi toscani
Menu di navigazione
Home » Ricerca guidata » Complessi archivistici - Fondi » Visualizza scheda
stampa

Colonna con sottomenu di navigazione


Contenuto della pagina


Statuti icona

Livello: serie

Estremi cronologici: 1560 - 1755

Consistenza: 1 unità

Tra la fine del XIV e gli inizi del XV secolo vennero redatti numerosi statuti rurali, nei quali furono codificate, almeno in parte, antiche consuetudini locali. Per quanto riguarda Empoli, di tale produzione legislativa sono sopravvissuti gli Statuti del popolo di S. Andrea del 1416 e quelli del Comune del 1428, entrambi conservati presso l'Archivio di Stato di Firenze 1 . Presso l'istituto di Empoli, invece, si trovano soltanto gli Statuti del 27 giugno 1560, in una copia tratta dall'originale il 16 novembre 1726, con integrazioni e modifiche fino al 22 settembre 1633 e approvazioni senza modifiche fino 7 ottobre 1755 2 .
Un codice statutario si trova anche nel fondo antico della Biblioteca Comunale di Empoli: si tratta di una versione seicentesca mutila all'inizio (con integrazioni e modifiche fino al 1669), definita, in una annotazione premessa allo stesso testo, non conforme all'originale conservato presso il Cancelliere di Empoli 3 , presumibilmente da identificare con il manoscritto dell'Archivio comunale.


1(1)
Statuti della Comunità di Empoli del 1560 1
notaio
Giovanni di Guidone Guidi da Empoli

registro cartaceo legato in legno e cuoio, cc. XXIX, 175 (num. orig. 1-163)
27 giugno 1560 - 7 ottobre 1755
icona top