Tasti di scelta rapida del sito: Menu principale | Corpo della pagina | Vai alla colonna di sinistra

AST | Recupero e diffusione degli inventari degli archivi toscani
Menu di navigazione
Home » Ricerca guidata » Complessi archivistici - Fondi » Visualizza scheda
stampa

Colonna con sottomenu di navigazione


Contenuto della pagina


Carteggio e atti del cancelliere

Livello: serie

Estremi cronologici: 1582 - 1808

Consistenza: 50 unità

L'adozione di un sistema di archiviazione "in forza di un preciso vincolo organico, secondo la materia trattata", di documenti eterogenei per forma e produttore ma relativi ciascuno al disbrigo di affari del medesimo tipo, avrebbe contrassegnato "il nascere dell'archivio moderno in contrapposizione a quello medievale e tardo-medievale" impostato invece sulla serializzazione degli atti di eguale natura 1 . Protagonisti di questo processo negli archivi delle comunità dello Stato vecchio furono senza dubbio i cancellieri 'fermi', che a partire dalla seconda metà del XVII secolo cominciarono ad organizzare con continuità nelle filze di Carteggio e atti "l'insieme delle lettere ricevute e delle minute di quelle spedite, nonché più in generale, della documentazione a carattere istruttorio" (relazioni, istanze, informazioni, allegati contabili, lettere patenti, ecc.) prodotta e conservata durante l'ordinario svolgimento della vita amministrativa della comunità e degli enti ad essa sottoposti 2 . Analogamente a quanto già rilevato per altre comunità dello 'Stato vecchio', anche a Colle il carteggio del cancelliere comincia ad essere conservato organicamente a partire dal 1681, tradendo una sospetta contiguità con l'emanazione della Riforma generale e rinnovazione di leggi per tutti i Magistrati e iusdicenti del 1678, che aveva fra le altre cose ribadito l'obbligo per i cancellieri di far legare in filze gli "atti, suppliche, e altro" 3 . L'introduzione della figura del cancelliere 'fermo', nominato direttamente dai Nove a partire dagli anni Settanta del Cinquecento, non sembra essere stata quindi l'elemento che introdusse con continuità quest'uso a Colle 4 , dove l'episodica conservazione di filze di carteggio anteriori al XVII secolo sembra essere più imputabile alle diverse abitudini dei singoli notai che non a dispersioni o scarti. Si è conservata a Colle un'unica filza risalente al XVI secolo, relativa al mandato del terzo cancelliere nominato dai Nove, Cornelio Onesti, in carica fra il 1582 e il 1585 5 . Questa filza, definita dal suo stesso compositore Civile secondo una terminologia mutuata dalla prassi notarile in uso nel campo della documentazione giudiziaria 6 , contiene sia in misura largamente predominante gli atti da lui raccolti in qualità di attuario della comunità (atti di appello, referti delle balìe, lettere, suppliche e istanze inviate ai priori) sia in misura minore quelli inerenti alla sua qualifica di referente locale del potere centrale (prezzi di grasce e di grano inviate dalle magistrature fiorentine, lettere patenti di nomina dei nuovi rettori). Il dato che colpisce è l'assenza in pratica della corrispondenza propriamente detta indirizzata al cancelliere che caratterizzerà invece il carteggio raccolto a partire dalla fine del secolo successivo. In questo periodo il 'flusso documentario' che dal centro arrivava alla periferia sembra necessariamente passare attraverso i Libri del Civile podestarili, dove venivano conservate o copiate tutte le lettere che avevano come destinatario il rettore in qualità di supremo rappresentante locale del potere fiorentino, comprese quelle che avrebbero avuto attuazione per opera del cancelliere 7 . Una querelle sorta nel 1582 fra il cavaliere del podestà colligiano e la comunità ci testimonia in estrema sintesi la vitalità di questa prassi. In una prima lettera ai Nove Conservatori la comunità lamentava che

sempre che, per ordine di vostre signorie molto magnifiche, è venuta qualsivoglia commissione ex officio alli rappresentanti questa comunità di Colle, li cavalieri del signor podestà sono stati soliti mandarci le lor lettere et originali acciò lo facciamo consapevole al general Consiglio, quale è l'universale et rappresentante la comunità et dette lettere si copiano et registrano al registro delle lettere in Cancelleria. Hoggi un certo ser Serraglio Serragli da Palaia per dispregio et vilipendio di questa comunità et Terra, vuole contravenire a quanto di sopra et, come le potrano per l'incluse citazioni et comandamenti vedere, non ha mai voluto né vuol fare quanto hanno fatto tutti gli altri, non obstante che il tutto sia stato detto e mostro. Habbiamo il tutto volsuto significare a vostre signorie molto magnifiche con pregharle et supplicarle che si voglino degnare farne qualche resentimento, acciò non solo lui ma l'altri suoi successori non habbino da procedere di questa maniera maxime che la nostra Terra si governa con qualche poco di civiltà et non ha mai mancato ne mancherà ubbidirle ad ogni minimo cenno di quelle alle quali con tutto il quore ci raccomandiamo che iddio le feliciti e conservi. Di Colle et della nostra solita residentia il dì 19 giugno [15]828.

Due giorni dopo i Nove, accogliendo queste rimostranze, invitavano il podestà a far "intendere" al suo cavaliere riottoso di rispettare "l'uso antico osservato" dalla comunità 9 .

Nei decenni centrali del Seicento, parallelamente alla crescita delle incombenze cancelleresche, è attestata la produzione sempre più ampia di documentazione su fogli sciolti, poi 'infilzati', secondo una prassi diffusa in tutte le comunità dello Stato mediceo attraverso le frequenti 'mute' dei cancellieri, che cambiavano periodicamente sede di residenza10. Nel caso colligiano, grazie alle segnature originarie riportate su alcuni dei molti inserti cartacei giuntici sciolti, è stato possibile ricomporre due di queste unità risalenti rispettivamente ai periodi 1645-1647 e 1660-1664. Questi atti venivano probabilmente conservati semplicemente 'infilzati' dopo essere stati numerati progressivamente11.

A Colle a partire dal 1681, i metodi di conservazione dei carteggi propriamente detti, operati dei cancellieri, si affinarono sempre di più con l'introduzione di legature vere e proprie, di repertori sempre più analitici e con la distinzione in alcuni casi delle filze di lettere da quelle degli altri atti 12 . La titolarità della Cancelleria di Poggibonsi, affidata al cancelliere colligiano 13 , aveva avuto sul piano documentario la conseguenza che, a partire dal 1717, i carteggi relativi alle due comunità venissero conservati promiscuamente all'interno delle singole filze, formate in forza del preciso vincolo risiedente nella persona del cancelliere di cui furono espressione. La documentazione relativa a Poggibonsi fu poi estrapolata nel 1867 a seguito della soppressione delle cancellerie comunitative e versata nell'archivio comunale di quella località, non senza evidenti errori ed omissioni 14 . Fino al 1774 la produzione dei carteggi fu incentrata sulla formazione di un'unica filza comprendente la corrispondenza indirizzata al cancelliere ('Lettere') e quell'insieme di atti eterogenei definiti convenzionalmente 'atti economici' o 'negozi', comprendenti indistintamente sia la documentazione riconducibile all'attività dei consigli e dei magistrati comunitativi (istanze, petizioni, relazioni, comparse ecc.) sia quella di pertinenza del cancelliere nelle sue vesti di "direttore di azienda della comunità, luoghi pii e patrimoni laicali" (bilanci e reparti di imposizioni, pagamenti e spese, cura dei palazzi pretori e dei mobili delle cancellerie ecc.) e di delegato alle tasse del sale e delle macine 15 . A seguito dell'emanazione dei regolamenti particolari per Poggibonsi(1774) e Colle (1776), le filze delle 'Lette-re', comprendenti gli atti relativi ad entrambe le comunità, vennero separate dagli 'atti economici', che trovarono condizionamento promiscuo o separato per ciascuna comunità a seconda dell'uso del cancelliere 16 . Ad esempio durante il mandato di Antonio Scipione Vecchi (1793-1803) si affermò l'uso di ripartire la corrispondenza in unità distinte a seconda della magistratura mittente (lettere della Camera delle comunità, lettere di altri ministeri, ordini e circolari), gli atti a seconda delle competenze esercitate (atti economici, atti della tassa di macine) oppure a seconda della tipologia documentaria (editti).


1828(499; 232; 1627; 508)
Carteggio e atti del cancelliere
(In cop.) "Registro di lettere. Civile di Cornelio Honesti cancelliere. Anni 1582-1583-1584-1585"
A c. 1r: "Magnifici nostri carissimi il datore di queste nostre sarà Cornelio Honesti da Castiglione Fiorentino il quale da noi per ordine di S.A.S. nostro signore è stato eletto cancelliere di cotesta comunità in luogo di Piero Bizzochi. Però lo farai noto alli rappresentanti costì e a chi altri bisognassi a fine che lo ricevino per tale et se ne servino per cancelliere come hanno fatto di detto Piero Bizzochi di Firenze. Lì quattro di agosto 1582. Li Nove Conservatori della iurisdictione e dominio fiorentino". Contiene: lettere inviate ai priori da altre comunità, dai Nove, relazioni di pratiche elette dal Consiglio generale, prezzi di grasce. cancelliere
Cornelio Onesti 1582 - 1585
.
Filza leg. in perg. cc. n.n.
1582 - 1585
1829(2461)
Carteggio e atti del cancelliere
Filza di atti acefala e mutila in fine. È composta da quelle che nel precedente ordinamento erano le unità ASSi, Comune di Colle 2444bis, 2410, 807; 816. cancelliere
Scipione Giunchetti di Baccio 1645 - 1647
acefala e mutila. .
Busta di 20 fascicoli numerati progressivamente con numerose mancanze.
1645 - 1647
1830(2460)
Carteggio e atti del cancelliere
Filza di atti acefala e mutila in fine. È composta da quelle che nel precedente ordinamento erano le unità ASSi, Comune di Colle 2446, 822, 821, 823. cancelliere
Zaccaria Contugi 1645 - 1647
acefala e mutila.
Busta di 14 fascicoli numerati progressivamente.
1660 - 1664
1831(501; 2; 1629; 523)
Carteggio e atti del cancelliere
(In costola) "Atti volanti del signor cancelliere Antonio Mainardi"
cancelliere
Antonio Mainardi 1681 - 1684
.
Filza cc. 700 con indice leg. in perg.
1681 ottobre 1 - 1684 maggio 5
1832(502; 3; 1630; 524)
Carteggio e atti del cancelliere
(In costola) "Atti volanti del signor cancelliere Giovanni Giuseppe Ricci l'anno 1684, 1685, 1686, 1687"
"Atti volanti al tempo del signor Giovanni Giuseppe Ricci da Casole stato cancelliere dal 5 maggio 1684 a tutto il gennaio 1687"
Contiene: atti di appello presentati dinanzi ai priori. cancelliere
Giovanni Giuseppe Ricci 1684 - 1688
.
Filza cc. 800 con indice leg. in perg.
1684 - 1688
1833(503; 1631; 525)
Carteggio e atti del cancelliere
(In costola) "Filza di lettere e atti magistrali al tempo di messer Vincenzo Gamucci stato cancelliere di Colle dal 1685 al 1696"
cancelliere
Vincenzo Gamucci 1688 - 1706
.
Filza cc. 123 numerate leg. in perg.
1685 - 1696
1834(504; 1632; 499; 526)
Carteggio e atti del cancelliere
cancelliere
Leonardo Attavanti 1704 - 1710
Girolamo Ponzo 1704 - 1710
.
Filza cc. n.n. leg. in perg.
1704 - 1710
1835(505; 8; 500; 1633; 527)
Carteggio e atti del cancelliere
cancelliere
Sigismondo Manari 1710 - 1716
con rep. .
Filza cc. 831 leg. in perg.
1710 - 1716
1836(506; 501; 1634; 528)
Carteggio e atti del cancelliere
cancelliere
Giuseppe Menicucci 1717 - 1719
Scipione Vecchi 1719 - 1723
.
Filza cc. 1064 con indice leg. in perg.
1717 - 1723
1837(1119)
Carteggio e atti del cancelliere
cancelliere
Francesco Tommasi 1723 - 1729
.
Busta cc. n.n.
1723 - 1729
1838(507; 11; 502; 1635; 529)
Carteggio e atti del cancelliere
(In costola) "Filza di lettere e atti al tempo di Niccolò Vaseschi stato cancelliere della comunità di Colle dal 1729 al 1731"
"Questa è la filza di lettere, comparse, negozi et ordini attinenti alla comunità di Colle e Poggibonsi al tempo di me Niccolò Vaseschi stato cancelliere di detta comunità dal dì 3 giugno 1729 a tutto ottobre 1731"
cancelliere
Niccolò Vaseschi 1729 - 1731
.
Filza leg. in perg. cc. 487 numerate con indice
1729 - 1731
1839(2459)
Carteggio e atti del cancelliere
"Questa è la filza di lettere, comparse, negozi et ordini attinenti alla comunità di Colle e Poggibonsi al tempo di me Niccolò Vaseschi stato cancelliere di detta comunità dal dì 3 giugno 1729 a tutto ottobre 1731"
Filza di atti acefala e mutila in fine. È composta da quelle che nel precedente ordinamento erano le unità ASSi, Comune di Colle 1666, 1667, 1668, 22411 cancelliere
Felice Gamucci 1735 - 1739
.
Filza cc. 329-782. Mancano le cc. 675-743 acefala, mutila, senza cop.
1735 - 1739
1840(508; 13; 1636; 530)
Carteggio e atti del cancelliere
cancelliere
Sebastiano Moggi 1731 - 1735
.
Filza leg. in perg. cc. n.n.
1735 - 1739
1841(510; 505; 1638; 532)
Carteggio e atti del cancelliere
(In costola) "Filza di lettere al tempo di messer Sebastiano Moggi dall'anno 1735 al 1739"
cancelliere
Filippo dal Poggio 1739 - 1743
con reper. .
Filza leg. in perg. cc. 797 con indice
1739 - 1743
1842(509; 504; 1637; 531)
Carteggio e atti del cancelliere
(In cop.) "Appelli, comparse, tasse e altro al tempo dell'ecc.mo signor Filippo Dal Poggio cancelliere per S.A.R. da novembre 1739 a maggio 1743"
Contiene atti di appello, atti relativi a bilanci, chiarigioni, istanze presentate ai priori. cancelliere
Filippo dal Poggio 1739 - 1743
con rep. .
Filza leg. in perg. cc. 1184
1739 - 1743
1843(511; 506; 1639; 533)
Carteggio e atti del cancelliere
(In cop.) "Lettere al tempo di Giuseppe Tuti Cancelliere dall'anno 1743 al 1745". Contiene atti relativi alle comunità di Colle e Poggibonsi
cancelliere
Giuseppe Tuti 1743 - 1746
.
Filza leg. in perg. cc. 800
1743 - 1746
1844(512; 507; 1640; 534)
Carteggio e atti del cancelliere
Contiene atti relativi alle comunità di Colle e Poggibonsi. cancelliere
Domenico Marchi 1743 - 1746
.
Filza leg. in perg. cc. 784 con indice
1747 - 1752
1845(513; 1641; 535)
Carteggio e atti del cancelliere
(In costola) "Filza di lettere al tempo dell'ecc.mo signore dott. Carlo Toci del Medico dal 1752 al 1759"
Gli atti mancanti relativi a Poggibonsi sono conservati in ACPO, Carteggio e atti 128, fasc. 18. cancelliere
Carlo Toci del Medico 1743 - 1746
.
Filza leg. in perg. cc. 1061 con indice
1752 - 1759
1846(514; 509; 1642; 536)
Carteggio e atti del cancelliere
(In costola) "Filza di lettere e atti [al] tempo di messer Giulio e messer Domenico Mostardini cancellieri dal primo dì novembre 1759 a tutto giugno 1765"
Gli atti mancanti relativi a Poggibonsi sono conservati in ACPO, Carteggio e atti 128, fasc. 19. cancelliere
Giulio Mostardini 1759 - 1765
Domenico Mostardini 1759 - 1765
.
Filza leg. in perg. cc. 970 con indice
1759 - 1765
1847(515; 21; 1643; 537)
Carteggio e atti del cancelliere
(In cop.) "Filza di lettere al tempo di messer Pietro Mortani stato cancelliere di Colle dal maggio 1770 al novembre 1774 con più quelle del 1769"
Gli atti mancanti relativi a Poggibonsi sono conservati in ACPO, Carteggio e atti 128, fasc. 21. cancelliere
Francesco Fontana 1769
Pietro Mortani 1770 - 1774
.
Filza leg. in perg. cc. 1218 con indice
1769 - 1774
1848(516; 22; 1645; 538)
Carteggio e atti del cancelliere
(In costola) "Filza di lettere ed atti al tempo del sig. Sandrucci stato cancelliere della [città] di Colle dal primo dicembre 1774 al luglio 1781"
Gli atti mancanti relativi a Poggibonsi sono conservati in ACPO, Carteggio e atti 128, fasc. 21. cancelliere
Niccolò Sandrucci 1 1774 - 1781
Niccolò Sandrucci 1770 - 1774
.
Filza leg. in perg. cc. 1327 con indice
1774 - 1781
1849(517; 23; 1644; 539)
Carteggio e atti del cancelliere
(In costola) "Filza di vari negozzi, comparse ed istanze della comunità di Colle e di Poggibonsi al tempo di Niccolò Sandrucci stato cancelliere dal 1774 al 1781"
Le cc. 365-610 relative a Poggibonsi sono conservate in ACPO, Carteggio e atti 437, fasc. 23. cancelliere
Niccolò Sandrucci 1774 - 1781
Niccolò Sandrucci 1770 - 1774
mutila .
Filza leg. in cart. cc. 363 con indice
1774 - 1781
1850(519; 1647; 541)
Carteggio e atti del cancelliere
(In costola) "Filza di lettere, ordini ed atti al tempo dell'ecc.mo signore Pietro Sanetti stato [cancelliere] della comunità di Colle dal primo agosto 1781 a tutto febbraio 1784"
Gli atti mancanti relativi a Poggibonsi sono conservati in ACPO, Carteggio e atti 438, fasc. 24. cancelliere
Pietro Sanetti 1781 - 1784
.
Filza leg. in cart. cc. 1409 con indice
1781 - 1784
1851(518; 23; 1646; 540)
Carteggio e atti del cancelliere
(In costola) "Filza di negozi, comparse ed istanze della comunità di Poggibonsi al tempo dell'ecc.mo sig. Pietro Sanetti"
cancelliere
Pietro Sanetti 1781 - 1784
.
Filza leg. in cart. cc. 590 con indice
1781 - 1784
1852(521; 1648; 542)
Carteggio e atti del cancelliere
(In costola) "Filza di negozi, comparse ed istanze della comunità di Poggibonsi al tempo dell'ecc.mo sig. Pietro Sanetti"
cancelliere
Iacopo Toci del Medico 1784 - 1787
senza cop. .
Filza cc. 1129 con indice
1784 - 1787
1853(520; 1649; 543)
Carteggio e atti del cancelliere
(In costola) "Filza di atti economici riguardanti la comunità di Colle dal primo marzo 1784 a tutto l'agosto 1787 al tempo di Jacopo Toci del Medico cancelliere"
Si segnala: "Descrizione di case, orti ed altri stabili fruttiferi detratto il mantenimento, fatta nella comunità di Colle da noi messer Giovanni Bardi, messer Zaccaria Buonaccorsi deputati, coll'istruzione dei respettivi periti Filippo Bilenchi, Domenico Pacini per imporsi dazio a favore della comunità predetta a forma della deliberazione del Consiglio generale del dì [vacat] luglio 1784". cancelliere
Iacopo Toci del Medico 1784 - 1787
.
Filza leg. in perg. cc. n.n. con indice
1784 - 1787
1854(522; 1650; 544)
Carteggio e atti del cancelliere
(In costola) "Filza di lettere al tempo del dott. Carlo Francesco Manci cancelliere di S.A.R. dal primo settembre 1787 a tutto il dì 20 agosto 1788"
Le cc. 98-118 ("Affari della comunità di Poggibonsi"), e le cc. 401-434 ("Responsive degli estratti agli uffizi della comunità di Poggibonsi") sono conservate in ACPO, Carteggio e atti 438, fasc. 29. cancelliere
Carlo Francesco Manci 1787 - 1788
.
Filza leg. in perg. cc. 527 con indice Mancano le cc. 354-380 ("Sig. Soprintendente all'Ospedale di Colle").
1787 - 1788
1855(523; 30; 1651; 545)
Carteggio e atti del cancelliere
(In costola) "Filza di negozi, atti economici al tempo del dott. Carlo Francesco Manci stato cancelliere per Sua Altezza Reale dal dì primo settembre 1787 a tutto il dì 20 [agosto 1788]"
Le cc. 310-660 relative a Poggibonsi sono conservate in ACPO, Carteggio e atti 440 fasc. 32. cancelliere
Carlo Francesco Manci 1787 - 1788
mutila C .
Filza leg. in perg. cc. 527 con indice
1787 - 1788
1856(524; 31; 1652; 546)
Carteggio e atti del cancelliere
(In costola) "Filza prima di lettere al tempo di ser Francesco Maria Luccioli di San Gemignano stato cancelliere della comunità di Colle dal 20 agosto 1788 a tutto il dì 14 giugno 1790"
cancelliere
Francesco Maria Luccioli 1787 - 1788
.
Filza leg. in perg. cc. 906 con indice
1788 - 1790
1857(526; 1654; 548)
Carteggio e atti del cancelliere
(In costola) "Filza d'atti economici e lettere al tempo di messer Gaetano Tanfani di Firenze stato cancelliere dal primo luglio 1790 a tutto aprile 1793"
cancelliere
Gaetano Tanfani 1790 - 1793
.
Filza leg. in perg. cc. 775 con indice
1790 - 1793
1858(525; 1653; 547)
Carteggio e atti del cancelliere
(In costola) "Filza di atti riguardanti vari luoghi pii di Colle al tempo di messer Gaetano Tanfani cancelliere dal primo luglio 1790 a tutto aprile 1793"
cancelliere
Gaetano Tanfani 1790 - 1793
.
Filza leg. in perg. cc. 483 con indice
1781 - 1793
1859(527; 522; 1655; 549)
Carteggio e atti del cancelliere. "Livellazione e pianta della gora che porta l'acqua alle cartiere e mulina di Colle, dal Ponte di San Marziale fino al ponticino della gora rotta. La pianta è tradotta da una fatta nel 1699. La livellazione è stata fatta nel 9 marzo 1781. Ferdinando Morozzi ingegnere di S.A.S. fece e livellò manu propria"; (autore) Ferdinando Morozzi; (scala) assente; (dimensioni H x L) 29,5 cm x 41 cm
(In costola) "Filza d'atti economici particolari e di Tommaso Bilenchi e dei ponti di Spugna e San Marziale al tempo di messer Gaetano Tanfani cancelliere dal dì primo luglio 1790 a tutto aprile 1793"
Si segnalano: (cc. 488, 499) Mappa della gora (1781). (cc. 489-497) Relazione dell'ing. Ferdinando Morozzi sulla portata della "gora maestra dal Ponte di San Marziale fino alla gora rotta" (1781 aprile 30). cancelliere
Gaetano Tanfani 1790 - 1793
.
Filza leg. in perg. cc. 711 con indice
1790 - 1793
1860(529; 1657; 551)
Carteggio e atti del cancelliere
(In costola) "Filza prima di lettere del soprassindaco e Camera delle comunità al tempo del dottore Antonio Scipione Vecchi stato cancelliere di Colle dal primo maggio 1793 a tutto [luglio] 1803"
Gli atti mancanti relativi a Poggibonsi sono conservati in ACPO, Carteggio e atti 443, fasc. 41. cancelliere
Antonio Scipioni Vecchi 1793 - 1803
.
Filza leg. in perg. cc. 1110
1793 - 1800
1861(532; 1661; 555)
Carteggio e atti del cancelliere
(In costola) "Lettere del soprassindaco e Camera delle comunità. Dottore Antonio Scipione Vecchi cancelliere di Colle dal primo maggio [1793 a tutto lug]lio 1803"
Gli atti mancanti relativi a Poggibonsi sono conservati in ACPO, Carteggio e atti 445, fasc. 40. cancelliere
Antonio Scipioni Vecchi 1793 - 1803
.
Filza leg. in cart. cc. 1842 con indice
1799 - 1803
1862(531; 527; 1660; 554)
Carteggio e atti del cancelliere
(In costola) "Filza di lettere di diversi dipartimenti al tempo del dottore Antonio Scipione Vecchi stato cancelliere di Colle dal primo maggio 1793 a tutto [luglio 1803]"
Gli atti mancanti relativi a Poggibonsi sono conservati in ACPO, Carteggio e atti 445, fasc. 39. cancelliere
Antonio Scipioni Vecchi 1793 - 1803
.
Filza leg. in cart. cc. 1332 con indice
1793 - 1803
1863(674; 1658; 552)
Carteggio e atti del cancelliere
(In costola) "Filza. Ordini. A tempo del dottor Antonio Scipione Vecchi cancelliere dal primo maggio [1799] a luglio 1803"
cancelliere
Antonio Scipioni Vecchi 1793 - 1803
.
Filza leg. in perg. cc. 874.
1799 - 1803
1864(530; 1659; 553)
Carteggio e atti del cancelliere
(In costola) "Editti a tempo del cancelliere Vecchi dal primo maggio 1793 [a tutto luglio 1803]"
cancelliere
Antonio Scipioni Vecchi 1793 - 1803
.
Filza leg. in cart. cc. 142
1793 - 1803
1865(534; 1663; 557)
Carteggio e atti del cancelliere
(In costola) "Lettere al tempo del governo francese in Toscana"
cancelliere
Antonio Scipioni Vecchi 1793 - 1803
.
Filza leg. in perg. cc. 65
1799
1866(535; 1664; 558)
Carteggio e atti del cancelliere
(In costola) "Governo Provvisorio"
A c. 1r: "Poggibonsi. Deputazione del governo provvisorio istituita dopo l'evacuazione delle armate e governo della Repubblica francese della Toscana. Gli affari del Governo provvisorio di Colle furono passati da me cancelliere al signor vicario Franceschini per rimettersi alle Riformagioni in Firenze a tenor degli ordini pervenuti a detto regio vicario". cancelliere
Antonio Scipioni Vecchi 1793 - 1803
.
Filza leg. in perg. cc. 154 con indice
1799
1867(535; 1664; 558)
Carteggio e atti del cancelliere
(In costola) "Lettere per approvisionamenti militari di Colle"
Le cc. 113-127, 132-244 relative a Poggibonsi sono conservate in ACPO, Carteggio e atti 448, fasc. 49. cancelliere
Antonio Scipioni Vecchi 1793 - 1803
.
Filza leg. in perg. cc. 144
1800
1868(528; 1656; 550)
Carteggio e atti del cancelliere
(In costola) "Filza prima di atti economici della comunità di Colle al tempo del dottore Antonio Scipione Vecchi cancelliere dal pr[imo maggio] 1793 a tutto [luglio] 1799"
cancelliere
Antonio Scipioni Vecchi 1793 - 1803
.
Filza leg. in perg. cc. 1002
1793 - 1799
1869(537; 1666; 560)
Carteggio e atti del cancelliere
(In costola) "Filza seconda d'atti economici della comunità di Colle al tempo del dottore Antonio Scipione Vecchi"
cancelliere
Antonio Scipioni Vecchi 1793 - 1803
.
Filza leg. in perg. cc. 1024
1800 - 1803
1870(533; 1662; 556)
Carteggio e atti del cancelliere
(In costola) "Filze di lettere e negozi di tassa di macine e macelli"
A c. 1r: "Lettere e negozi spettanti alla tassa del macinato e proventi di macelli delle comunità di Colle e Poggibonsi dopo la separazione di tali aziende dalla dependenza del clarissimo signor soprassindaco e dopo la riunione delle medesime al signor direttore di tali aziende. Tutte le altre lettere e negozi dalle suddette aziende sono nelle filze al clarissimo signor soprassindaco precedentemente alla presente filza". Gli atti mancanti relativi a Poggibonsi sono conservati in ACPO, Carteggio e atti 446. cancelliere
Antonio Scipioni Vecchi 1793 - 1803
.
Filza leg. in perg. cc. 594
1797 - 1803
1871(540; 1669; 563)
Carteggio e atti del cancelliere
(In costola) "Colle. Camera delle comunità. Lettere dal primo agosto [1803] a tutto aprile 1808. Arcangeli Cancelliere"
cancelliere
Giovacchino Arcangeli 1803 - 1808
.
Filza leg. in perg. cc. 997
1803 - 1808
1872(539; 1668; 562)
Carteggio e atti del cancelliere
(In costola) "Filza di lettere"
cancelliere
Giovacchino Arcangeli 1803 - 1808
.
Filza leg. in perg. cc. 772 con numerose mancanze Acefala e mutila.
1803 - 1808
1873(542; 1671; 565)
Carteggio e atti del cancelliere
(In costola) "Colle. Lettere e affari diversi dal primo agosto 1803 a tutto dicembre 1808. Arcangeli cancelliere"
cancelliere
Giovacchino Arcangeli 1803 - 1808
.
Filza leg. in perg. cc. 771 con indice
1803 - 1808
1874(541; 1670; 564)
Carteggio e atti del cancelliere
(In costola) "Ordini e rescritti dal primo agosto 1803 a tutto agosto 1808. Arcangeli cancelliere"
cancelliere
Giovacchino Arcangeli 1803 - 1808
.
Filza leg. in perg. cc. 714
1803 - 1808
1875(538; 1667; 561)
Carteggio e atti del cancelliere
(In costola) "Lettere e affari di tassa di macine e minute di istrumenti e contribuzioni dal primo [...] 1803 a tutto dicembre 1808. [...] Arcangeli Cancelliere"
(cc. 1-540) reparti della tassa del macinato; (cc. 545-806) minute di contratti; (cc. 807-937) "Tassa fondiaria, personale, porte e finestre". cancelliere
Giovacchino Arcangeli 1803 - 1808
.
Filza leg. in perg. cc. 937 con indice
1803 - 1808
1876(1706)
Carteggio relativo alle collette universali
A c. 1r: "Lettere spettanti alla tassa delle collette messe insieme da me Gismondo Mannari al presente cancelliere di Colle e annessi".
Filza cc. n.n.
1694 - 1710
1877(1701; 10; 277; 1435)
Carteggio relativo alla tassa sul macinato
(In costola) "Filza di lettere et altro et cetera di tassa di macine di diversi anni"
Filza Leg. in perg. cc. n.n.
1758 - 1785
icona top