Tasti di scelta rapida del sito: Menu principale | Corpo della pagina | Vai alla colonna di sinistra

AST | Recupero e diffusione degli inventari degli archivi toscani
Menu di navigazione
Home » Ricerca guidata » Complessi archivistici - Fondi » Visualizza scheda
stampa

Colonna con sottomenu di navigazione


Soggetto conservatore:

Contenuto della pagina


Spogli dei debitori compilati dei commissari dei Nove Conservatori

Livello: sottoserie

Estremi cronologici: 1636-1650

Consistenza: 3 unità


964(1975; 14; 574; 928)
Spogli dei debitori compilati dei commissari dei Nove Conservatori
(In cop.) "Crediti vecchi. Tutti i debitori che si contengano in questo libro si sono spogliati da me Zanobi Latini commissario dei signori Nove in altro libro a ciò deputato, dove si sono anco posti gli altri debitori della comunità trovati in diversi libri per tutto il mese di ottobre 1645"
commissario
Zanobi Latini

Reg. leg. in perg. di cc. 55 scritte.
1636-1645
965(1974; 303; 12; 572; 927)
Spogli dei debitori compilati dei commissari dei Nove Conservatori
(In cop.) mano coeva A: "Spoglio dei debitori del Pubblico della città di Colle"; mano coeva B: "E debitori che restano accesi in questo libro furno spogliati in altro libro simile dal provveditore di Gabella e consegniati a Piero Attavanti deputato camarlingo e poi anco da quello si sono rispogliati in altro e consegniati a messer Attilio Rinieri"
deputato camarlingo
Piero Attavanti

Attilio Rinieri

Reg. leg. in perg. di cc. 84.
1636-1643
966(1976; 15; 575; 929)
Spogli dei debitori compilati dei commissari dei Nove Conservatori
(In cop.) "Debitori della comunità a tutto il dì 10 dicembre 1645"
A c. 1r: "Questo libbro è della comunità di Colle di Val d'Elsa, Stato del serenissimo granduca di Toscana, nel quale d'ordine di me Zanobi Latini sindaco e commissario del magistrato de' signori Nove Conservatori della iurisdizione e dominio fiorentino si spoglieranno tutti i debitori che fino a tutto il dì X dicembre 1645 saranno per qualunque conto vecchio obbligati pagare alla comunità e suo camerario con la distinzione di quali devono per l'avvenire patire interessi e altro come distintamente si vedrà in esso, cominciato per proseguire a laude e gloria signore Domeneddio e di tutta la corte del Paradiso".
sindaco e commissario
Zanobi Latini

Reg. leg. in perg. di cc. 134con indice.
1644-1650
icona top