Tasti di scelta rapida del sito: Menu principale | Corpo della pagina | Vai alla colonna di sinistra

AST | Recupero e diffusione degli inventari degli archivi toscani
Menu di navigazione
Home » Ricerca guidata » Complessi archivistici - Fondi » Visualizza scheda
stampa

Colonna con sottomenu di navigazione


Contenuto della pagina


Comunità della Controneria

Livello: sottoserie

Estremi cronologici: 1547 - 1802

Consistenza: 13 unità


115(Vv. ss. Controni n. 60; R. 120)
[tit. est.] A.
Contiene l'estimo della Pieve di Controni del sec. XVII.
C. 13v., "L'anno de l'inCarnatione del Signore 1665";
c. 56r., "Estimo del Comune della Pieve per i forestieri di Granaiolo".
I disegni delle proprietà descritte si trovano alle cc. 4v., 5v., 18r., 31r., 39v., 58r., 73v., 74v., 90v. .
Registro cartaceo in 4° leg. mezza pergamena le cc. 24, 26, 27, 44, 82 sono, in parte, tagliate o strappate cc. 1-95 nella numerazione originaria mancano le cc. 30, 48, 49, 93
sec. XVII
116(Vv. ss. Controni n. 59; R. 122)
[tit. est. cost.] Estimo del 1548. S. Cassiano di Controne
[tit. int.] Anno Domini 1548. Io Nicolao dalle ser Nicolai da Dezza o fatto questo istimo agli omini del Comune di Controni, cominciato nelanno 1547, e finisi l'anno 1548 all'uscita del mese d'ottobre 1548. Item e gli omini del soprascritto Comune mi denno a stimare le case, 4 homini e quali sono Berto di Giovanni Fabro e Agustino di Jacopo Talenti e Benedetto di Giovanni Marchi e p[...] d'Andrea Cechini. Item e soprascritti homini del soprascritto Comune a stimare e [...] mi deno 2 homini e quali sono Genio di Benedetto Tomei [...] Benedetto di Giovanni Tei. Item va fiorini 40 alla libbra e va soldi [...] e va fiorini 2 al soldo
Contiene l'estimo della Comunità di S. Cassiano di Controni redatto negli anni 1547 e 1548 con registrazioni fino al 1550.
C. 2r., stemmi, a colori, di Lucca e della Comunità di Controni.
Lettere capitali in rosso.
Non sono riportati i disegni delle proprietà descritte.
Registro cartaceo in folio leg. tutta pergamena cc. 1-181 nella numerazione originaria mancano le cc.: 6, 8, 9, 19, 20, 34, 35, 57, 61, 75, 91, 92, 123, 124, 140, 141, 177, 187-189
1547 - 1550
117(Vv. ss. Controni n. 63; R. 126)
[tit. est. mod.] S. Cassiano. 1646 - 1668. D.
Contiene l'estimo della Comunità di S. Cassiano di Controni del sec. XVI con registrazioni sino al 1 dicembre 1654.
La Comunità di S. Cassiano di Controni risulta suddivisa nelle seguenti ville:
cc. lr.-28v., Cocolaio;
cc. 29r.-36r., Lipizzano;
cc. 36v.-46r, Cembroni;
cc. 46v.-60r., Vizzata;
cc. 60v.-69r., La Torre;
cc. 69v.-74r., Piazza;
cc. 74v.-87r., Carraia;
cc. 87v.-113r., La Cappella;
cc. 113v.-127r., Cerro;
cc. 127v.-151r., Celle;
cc. 151v.-176r., Colle.
Seguono poi i proprietari forestieri.
Non sono riportati i disegni delle proprietà descritte.
Registro cartaceo in 4° leg. cartone cc. 1-182 le cc. 1-12 non sono legate
Sec. XVI - 1654
118(Vv. ss. Controni n. 61; R. 124)
[tit. est. cost.] Estimo del 1602. S. Cassiano di Controne
[tit. int.] L'estimo del Comune di Controni della Vicharia di Valdilima
Contiene l'estimo della Comunità di S. Cassiano di Controni iniziato nel 1602 e terminato nel 1603.
C. 1r., frontespizio ad acquerello con lo stemma della Repubblica di Lucca, con la pantera, con altri elementi araldici, con lo stemma della Comunità di Controni, sorretto da due putti, datato 1602. Nel cartiglio, sopra la pantera, a lettere d'oro il motto: "Memores uberum tuorum";
cc. 4r.-v., "Anno Nativitatis Domini 1602. Nota delli Huomini elletti dal Comune di Controni per stimare elluoghi e casamenti del ditto Comune e fare uno stimo nuovo, cominciando dal mese di Giugno 1602 e finisi l'anno 1603, da fiorini 40 alla libra, e da soldi 20 alla libbra e fiorini 2 al soldo.
Capitano Francesco di Santino di Giovanni Bartolomei; Bastiano del Capitano Casciano Bastiani, luogotenente; Nicolao di Bartolomeo Nieri; Gabriello di Bartolomeo di Giovanni; Baldassari di Santo di Baldassari di Nanni; Bartolomeo di Hipolito Pardugli, sergente; Martino di Lippo Martinj; Bastiano di Bartolomeo di Giovanni Thej; Piero di Lorenzo di Piero Marchi; Bernardo di Giovacchino di Giovanni Nicolai. Alderigho di Domenico Alderighi da San Geminiano di Controni, Cancelliere del ditto Comune, scrisse questo libbro dello Stimo di sua propria mano con voluntà et ordine del ditto Comune, l'anno soprascritto."
La Comunità di S. Cassiano di Controni risulta suddivisa nelle seguenti ville: Cocolaio, Lipizzano, Cembroni, Vizzata, Torre, Piazza, Carraia, Cappella, Cerro, Celle e Colle.
Lettere capitali in rosso.
Non sono riportati i disegni delle proprietà descritte.
Registro cartaceo in folio leg. tutta pergamena cc. 1-255
1602 - 1603
119(Vv. ss. Controni n. 64; R. 127)
[tit. int.] 1652. Ritratto del Estimo del Comune di San Casciano di Controne, Fatto e Rinovato questo Anno 1652 per ordine del medesimo Comune e suoi Governatori come ne Appare il partito fatto sotto il di 4 Agosto del medesimo Anno, come si vede a Libro de' Partiti a fogli 160 e gli Huomini eletti sopra a cio sono l'infrascritti cioe: Giovanni di Luca di Domenico Silvestri; Caporale Nicolao di Puccio Girolami; Salvestro di Iacopo di Nardo; Tomeo di Baldasari Bastiani; Bartolomeo di Paulino Casciani; Filippo di Lazzaro Nicolai; Giuliano di Giovanni Bastiani; Matteo di Togno di Gimignano; Caporale Gabriello Fabbri e Domenico del luogotenente Francesco Fabbri
Contiene l'estimo della Comunità di S. Cassiano di Controni del 1652 con registrazioni fino all'anno 1663.
Cc. Ir.-XVIIr., repertorio alfabetico dei possessori.
Non sono riportati i disegni delle proprietà descritte.
Registro cartaceo in 4° leg. senza coperta cc. I-XVII; 1-191
1652 - 1663
120(Vv. ss. Controni n. 66; R. 123)
[senza titolo]
Contiene l'estimo della Comunità di S. Cassiano di Controni del 1664.
Cc. lr.-28r., descrizione della villa di Cocolaio; cc. 29r.-42r., "Estimo del Comune e Vicinanza di S. Casciano per la Villa detta di Lipizzano, MDCLXIV, Vincenti Finucci", stemma a penna della Comunità di Controni;
cc. 43r.-52r.,"Estimo del Comune e Vicinanza di San Casciano per la villa di Cembroni, Vincenti Finucci; disegno, a penna, di una casa;
cc. 53r.-66r., "Estimo del Comune e Vicinanza di San Casciano per la villa di Vizzata, MDCLXIV, Vincenti di Luca Finucci, Cancellieri di Casabasciana";
cc. 67r.-76r., "Estimo del Comune e Vicinanza di San Casciano per la villa di Torre, 1664, Vincenti di Luca Finucci di Casabasciana, 1664";
cc. 77r.-80v., "Estimo del Comune e Vicinanza di San Casciano per la villa di Piazza, Anno Domini MDCLXIV, Vincenti Finucci, Cancelliere di Casabasciana";
cc. 81r.-91r., "Estimo del Comune e Vicinanza di San Casciano per la villa di Carraglia, Anno Domini MDCLXIIII, Vincenti di Luca Finucci di Casabasciana";
cc. 92r.-114v., "Estimo del Comune e Vicinanza di San Casciano per la villa della Cappella, MDCLXIIII, Vincenti Finucci";
cc. 116r.-125r., "Estimo del Comune e Vicinanza di San Casciano per la villa di Cerro, MDCLX4, Vincenti di Luca Finucci da Casabasciana";
cc. 126r.-185r., "Estimo del Comune e Vicinanza di San Casciano per la villa di Celle, MDCLXIII (sic), Vincenti di Luca Finucci, Cancellieri Casabasciana", stemma, a penna, della Comunità di Controni;
cc. 186r.-195r., estimo per gli "homini della Vicinanza di S. Geminiano. Controni. Vetteglia";
c. 195v., idem per la Pieve;
cc. 196r.-197r., idem per Guzzano;
cc. 197v.-198v., idem per Gombereto;
cc. 199r.-v., idem per San Gemignano;
c. 200r., idem per la "villa di Cevoli";
cc. 201r.-206v., "Estimo della Vicinanza di San Casciano di Controni per li Forestieri da Palleggio, MDCLXIIII, Vincenti Finucci, 1664";
c. 207r., idem da Cocciglia;
c. 208r., idem da Limano;
cc. 209r.-211r., idem dal Bagno;
cc. 212r.-218r., idem da Montefegatesi;
c. 219r., idem da Monti di Villa;
cc. 220r.-v., idem da Tereglio;
cc. 221r.-v., idem da Calci;
cc. 222r.-223v., Indice dell'estimo.
Lettere capitali in rosso.
Non sono riportati i disegni delle proprietà descritte, ma sono presenti disegni di corredo alle cc. 30r., 36r., 54r., 57r., 59r., 82r., 123r., 131r., 155r., 159r., 161r., 163r., 177r., 202r.
Registro cartaceo in 4° grande leg. tutta pergamena In cattivo stato di conservazione. cc. 1-223
1664
121(Vv. ss. Controni n. 70; R. 129)
[tit. int.] Estimo del Comune detto di S. Casciano di Controni, Vicaria del Bagno, ristretto della Serenissima Repubblica di Lucca. MDCCLXXXI
Contiene l'estimo della Comunità di S. Cassiano di Controni dell'anno 1781.
C. 3v., "Rinovato per ordine dello Spettabile Nicolao Adriani e concluso e terminato coll'assistenza e prudenza dello Spettabile Giacomo Lucchesini, Deputato della Comunità: in vigor di cui s'impuone sopra i beni de' Laici non Cittadini ogni trimestre la composizione del Principe, come ancora tutte le spese occorrenti per la parte tangente a detta Comunità, da dividersi per un 3° alle teste mascoline, e due 3i ai beni di ciascun particolare avente beni in detta Comunità di San Casciano. Volumen hoc, committentibus Communitatis Officialibus unius circiter anni intervallo, interpolate tamen, transcriptum, elaboratum, absolutumque: est a presbitero F. Joanne Chrysostomo a Montemagno, Minorum Reformatorum Sancti Francisci, in Conventu Burgi Lucensis, Anno Domini millesimo septingentesimo octogesimo primo. 1781";
c. 4r., stemma della Repubblica di Lucca a colori;
c. 4v., stemma, a colori, della Comunità di Controni;
cc. 198r.-202r., "Indice di tutta l'Opera".
Non sono riportati i disegni delle proprietà descritte.
Registro cartaceo in folio leg. tutto cuoio, con borchie e modanature a secco cc. 1-203
1781
122(Vv. ss. Controni n. 71; R. 132)
[tit. sul retro] Rivoltino o Bastardello della Comunità di S. Casciano di Controne
Contiene l'estimo della Comunità di S. Cassiano di Controni dell'anno 1783 con registrazioni fino al 9 marzo 1802.
Cc. 325r.-330v., "Indice di tutta l'Opera".
Non sono riportati i disegni delle proprietà descritte.
Registro cartaceo in 4° leg. tutta pergamena cc. 1-331
1783 - 1802
123(V. s. Controni n. 72)
[senza titolo]
Il registro, redatto nell'anno 1785, contiene il reparto dei terreni perduti per la "Motta" di S. Cassiano di Controni del 1784.
Cc. 1r.-v., "Illustrissimo Signore, Signore Padrone Colendissimo. Incaricati noi sottoscritti da Vostra Signoria Illustrissima a repartire i terreni della Motta di S. Casciano di Controne a tutti coloro che già vi possedevano Beni e Case, non abbiamo omesso fatica né tempo per riuscire nell'onore fattoci, e così con animo forte ed imparziale condotta a fine nello spazio di giorni 36 una sì laboriosa e spinosa operazione, che a seconda di una retta giustizia ci è sembrato espediente, onde poter meritare un benigno compatimento. A Vostra Signoria Illustrissima non sembri eccessivo il tempo impiegatovi, poiché le deve esser noto quante questioni, raggiri e maneggi si sono dovuti spianare per rendere al possibile contenti tutti gl'interessati. Inoltre rileverà dagli annessi fogli che unitamente a questo umilmente gli anteponghiamo che in numero 400 pezzi di terra si è divisa tutta la Motta predetta in circondario di più di tre miglia, si è posto a ciascheduno i respettivi termini e confini e sempre alla presenza de' rispettivi proprietari o loro mandanti. L'estimo di quella Comunità formato non sono che circa 4 anni è stato la salutevole scorta per riassegnare a ciascuno il valore di quel terreno che già vi possedeva, procurando di riunire que' piccoli pezzetti che le circostanze permettevano. Quegl'infelici ch'erano restati affatto privi del loro terreno in forza di una rovinosa acqua detta il Riguzzaio, che glielo aveva portato nel Serchio si sono da noi compensati con altra porzione, giacché la predetta Motta aveva migliorato alcuni di poco valore e colmato le Piaggie del Riguzzaio medesimo, a seconda de' suoi veneratissimi comandi si sono fatte formare tre Strade Maestre, una in cima, una in mezzo, e l'altra quasi in fondo, la quale da Vetteglia conduce alla chiesa di San Casciano. Si sono pure fissati i sentieri onde i proprietari possino andare liberamente a coltivare i loro terreni e così evitare i litigi che fossero potuti insorgere. Tutto ciò e molto altro che per brevità tralasciamo sono state le nostre cure e operazioni, per cui pervenuti alla totale ultimazione abbiamo avuto il contento di avere condotto le stime in modo che non vi è restato un palmo di terra. Resta ora che Vostra Signoria Illustrissima ordini alla Comunità di S. Casciano e S. Gemignano che ancora esse prendino a coltivare quella porzione di Loro Comunali con seminarvi 10 o 12 Sacca di Ghiande, si per ricavarne qualche utile, come per fermare il terreno che, in tempo di pioggia, troppo devasta quello sottoposto. Ch'è quanto. Io Santi Sarti, Io Lodovico Bartolomei, Io Giuliano Barsellotti, Io Domenico Girolami, Deputati";
cc. 2r.-v., "Adì 23 agosto 1785. Nota dell'assegnazione delle Strade Maestre nella Motta di S. Casciano di Controne".
Seguono le descrizioni e la valutazione dei terreni.
Cc. 49r.-68r., "Repertorio de' respettivi Possidenti delle Porzioni assegnate nel Piano di Sconfinazione".
Non sono riportati i disegni delle proprietà descritte.
Registro cartaceo in 4° leg. senza coperta cc. 1-73 allegati: 17/1
1785
124(Vv. ss. Controni n. 65; R. 125)
[tit. int.] Ihesus. Maria. MDCXXXVIIII. Libro dell'Estimo delli Huomini della Vicinanza di S. Gimignano di Controni, della Vicaria del Bagno, Distretto dell'Eccellentissima Repubblica di Lucca. Per vigor del quale s'impone sopra de Beni [...] non Cittadini, ogni tre mesi, li dui terzi de [...] tione del Prencipe, et le spese che si fanno in [...]ria, per la parte tangente a detta Vicinanza et [...] delle spese che si fanno da detti Huomini per servitio [...] de lor Comune, et un terzo ne tocca alle Teste masculine de viventi, maggiori di anni sedici a perpetua osservanza
Contiene l'estimo della Comunità di S. Gemignano di Controni dell'anno 1639.
C. 1r., ad acquerello, lo stemma di Lucca sorretto da due pantere e nel cartiglio il motto "Infima, cum Mediis, debent paruisse Supremis", lo stemma della Comunità di Controni, lo stemma di Antonio Alessi da Vitiana e uno stemma che, probabilmente, si riferisce alla Comunità di S. Gemignano di Controni;
c. 2r., sotto il titolo interno, disegni a penna e acquerello.
La Vicinanza risulta divisa nelle seguenti località:
cc. 3r.-41r., Longoio;
cc. 42r.-85v., Mobbiano;
cc. 87r.-150r., Gombereto;
cc. 151r.-197r., Guzzano;
cc. 197v.-243r., La Pieve;
cc. 244r.-272r., S. Gemignano;
cc. 273r.-306r., Vetteglia;
cc. 306v.-316v., sono descritti i beni dei forestieri.
Lettere capitali in rosso.
I disegni delle proprietà descritte sono riportati alle cc. 22r., 90v., 99r., 103v., 104r., 105v., 106r., 107r., 120r., 123r., 125r., 126v., 127v., 131r., 142r., 144r.-v., 149r. .
Registro cartaceo in folio leg. tutto cuoio con fregio e modanature a secco In cattivo stato di conservazione. cc. I-V; 1-316
1639
125(Vv. ss. Controni n. 62; R. 130)
[tit. est. cost.] S. Gemignano. Pieve di Controne. Bastardello
Contiene l'estimo della Comunità di S. Gemignano di Controni dell'anno 1639 con registrazioni fino al 17 dicembre 1771.
Registro cartaceo in 4° leg. mezza pergamena cc. 1-252 allegati 36/1, 53/1, 62/1, 164/1, 165/1, 169/1; nella numerazione originaria mancano le cc. 1-5
1639 - 1771
126(Vv. ss. Controni n. 68; R. 128)
[tit. int.] Ihesus. Maria. Ihosef. Anno Salutis Nostrae MDCCLXXIII. Libbro dell'Estimo dell'Uomini della Comunità e Vicinanza di S. Gemignano di Controni; della Vicaria del Bagno, Stato della Serenissima Republica di Lucca. Fatto, descritto, e figurato per mano di Domenico Antonio Braccini di Vico Pancellorum, della stessa Vicaria. Per vigore del Quale s'impone sopra de' Beni de' Laici, non Cittadini, ogni tre mesi li due terzi della Composizione del Prencipe; e le Spese che si fanno in detta Vicaria per la parte tangente a detta Comunità e Vicinanza; ed il simile delle Spese che si fanno da detti Uomini per loro servizio e del Loro Comune; e un terzo ne tocca alle Teste mascoline de' Viventi maggiori di anni dieciotto, a perpetua osservanza
Contiene l'estimo della Comunità di S. Gemignano di Controni del 1773.
Il territorio di S. Gemignano di Controni risulta descritto e separato nelle seguenti ville: Longoio, Mobbiano, Gombereto, Guzzano, Pieve, S. Gemignano e Vetteglia.
C. 4r., "Adi 22 Luglio 1773. Al Nome di Dio, della Gloriosa sempre Vergine Maria, di San Giovanni Battista e di S. Gemignano, nostri Avvocati e Protettori, e di tutta la Corte Celestiale e Così Sia.
Convocati l'Uomini della Comunità e Vicinanza di S. Gemignano di Controni, alla solita Casa del Comune, fino nell'Anno 1772, in numero sufficiente, previo l'invito dell'Offiziale, fu proposto da Medesimi di rifare il Campione dell'Estimo, per averne una grandissima necessità, essendo molto vecchio e resosi oramai, per la sua antichità, oscuro, per esser variati i Nomi e Cognomi; come ancora perché tanti Poverelli ne andavano indebitamente aggravati, essendo stato fatto fino nell'Anno 1639 da Antonio Allessi da Vithiana; sopra di che considerato l'affare giusto e necessario ne fu dato pubblico partito e vinto con voti affermativi n. 23, nonostante due negativi. Perciò per venire a capo di questo lor desiderio e giustissimo motivo ne fecero inteso l'Illustrissimo e Spettabile Signor Nicolao Andriani, loro Deputato Zelantissimo; laonde, inerendo il Medesimo alla loro giusta domanda, non solo l'ottenne la licenza di poterlo riformare, ma inoltre le diede quell'ordini opportuni che intorno a ciò si richiedevano. Ottenuta la bramata permissione, fu dato principio alla stima di tutti i Beni nel loro Circondario esistenti; ed intanto fui mandato a chiamare io Domenico Antonio Braccini di Vico Pancellorum, essendo stato eletto da detti Uomini per riformare e descrivere detto Campione, e alli 10 Gennaro p. p. mi fu passato pubblico partito e vinto con voti favorevoli n. 29 e negativi veruni. A tal'effetto nel mese di Giugno p. p. mi portai a Gombereto per formare l'Abbozzo di tutti i Beni ed il presente Campione l'ho descritto in Casa mia a Vico, a gloria di Dio e sollievo de' Poveri, etc. ";
c. 4v., "Si dichiara che nel presente Campione si è tenuto lo stile comune di Lire, Soldi e Denari per fuggire i rotti de' terzi e quinti che sono nel Campione vecchio; mentre con quei rotti in alcune stime, poteva restare aggravato o il Comune o il Particolare; e la valuta de' beni sono stimati a Fiorini, che il Fiorino è lo stesso che lo Scudo di Lire sette e mezzo; e ne va fiorini 300 alla lira e fiorini 15 al soldo e fiorini 1 al denaro";
cc. 5v.-16r., "Repertorio de' nomi e cognomi di ciascun abitante nelle retroscritte Ville, come ancora i Forestieri".
Lettere capitali in rosso.
Non sono riportati i disegni delle proprietà descritte ma sono presenti disegni di corredo alle cc. 26v., 47r., 109r., 120v., 132v., 136r., 155r., 283v., 294v.
Registro cartaceo in folio leg. tutto cuoio, con borchie e modanature a secco cc. 1-303 allegati: 16/1, 70/1, 94/2, 96/1, 152/1, 175/1, 185/1 273/1, 282/1, 296/1
1773
127(Vv. ss. Controni n. 69; R. 131)
[tit. int.] 1773. Libbro del Bastardello, o sia delle permute della Comunità di S. Gemignano di Controni. Nel Quale si va' descrivendo tutte le Vendite e Permute che, di tempo in tempo, si fanno dall'Uomini di detto Comune. Colla Valuta de' Fiorini, aggravio d'Estimo e numero de' Pezzi de' Beni che Ciascheduno di Essi possiede; col numero delle Carte corrispondenti al Campione. E ancora tutti i Forestieri che hanno de' Beni in detto Comune. Descritto da Domenico Antonio Braccini di Vico Pancellorum
Contiene l'estimo della Comunità di S. Gemignano di Controni dell'anno 1773 con registrazioni fino al 24 febbraio 1802.
Cc. 5v.-10r., "Repertorio de' nomi e cognomi di tutti l'abitanti dell'infrascritte Ville, come ancora i forastieri";
c. 299v., "1773. Spese per la Reforma del Nuovo Estimo Reformato ne sopradetto Anno", a firma di Pier Bernardo Barsi, Cancelliere.
Lettere capitali in rosso.
Non sono riportati i disegni delle proprietà descritte.
Registro cartaceo in 4° grande leg. tutto cuoio con borchie e modanature a secco cc. 1-301 allegati 96/1, 134/1, 174/1, 227/1, 270/1, 275/1
1773 - 1802
icona top