Tasti di scelta rapida del sito: Menu principale | Corpo della pagina | Vai alla colonna di sinistra

AST | Recupero e diffusione degli inventari degli archivi toscani
Menu di navigazione
Home » Ricerca guidata » Complessi archivistici - Fondi » Visualizza scheda
stampa

Colonna con sottomenu di navigazione


Contenuto della pagina


Tassa di famiglia

Livello: serie

Estremi cronologici: 1815 - 1862

Consistenza: 23 unità

Istituita con legge dell'11 febbraio 1815, la tassa di famiglia ricadeva sui proprietari di terreni e sui negozianti, i banchieri, i mercanti, gli artisti, i locandieri, e generalmente su chiunque avesse un patrimonio. La tassa era suddivisa secondo quote fissate annualmente per tutte le Comunità. La deputazione sopra la tassa di famiglia compilava un reparto annuale in cui la suddetta quota complessiva veniva distribuita fra i capifamiglia (di cui si elencava anche la professione) sulla base di diverse classi di reddito. Il reparto veniva in seguito approvato dalla Camera di Soprintendenza comunitativa. Infine il cancelliere formava il dazzaiolo che serviva per la riscossione delle contribuzioni esatte dal camarlingo.


1331
Spoglio della tassa di famiglia
Tassa di famiglia
Contiene spoglio della tassa di famiglia da servirsi per la lista elettorale, ordinata da decreti de' 15 e 16 luglio 1859.
Quad. senza leg. cc. s.n.
1859
icona top