Tasti di scelta rapida del sito: Menu principale | Corpo della pagina | Vai alla colonna di sinistra

AST | Recupero e diffusione degli inventari degli archivi toscani
Menu di navigazione
Home » Ricerca guidata » Complessi archivistici - Fondi » Visualizza scheda
stampa

Colonna con sottomenu di navigazione


Contenuto della pagina


Patronato Scolastico

Livello: fondo

Estremi cronologici: 1954 - 1981

Consistenza: 22 unità

I Patronati Scolastici furono istituiti in ogni comune con la legge n. 487 del 4 giugno 1911 con compiti di assistenza scolastica a favore degli alunni iscritti nelle pubbliche scuole elementari. Tale assistenza si concretizzava attraverso una serie di interventi atti a favorire l'istruzione e la frequenza degli alunni nella scuola come l'istituzione della refezione scolastica la concessione di sussidi per vesti e calzature la distribuzione di libri quaderni ed altri oggetti scolastici.
II patronato veniva amministrato da un consiglio composto dall'assessore alla pubblica istruzione del comune da un consigliere comunale delegato dalla giunta da rappresentanti del comune eletti dal consiglio comunale dal direttore didattico da delegati delle istituzioni locali e da insegnanti elementari eletti dagli insegnanti del comune. Lo statuto veniva proposto dal consiglio comunale ed approvato dalla Delegazione governativa sentito il Consiglio scolastico provinciale.
Il patronato adempiva ai suoi fini attraverso i contributi dei soci i sussidi dello Stato le somme stanziate nei bilanci del comune della provincia e degli istituti di beneficenza. I Patronati Scolastici furono infine soppressi con il D.P.R. 24 luglio 1977 n. 616 e le funzioni di assistenza scolastica i servizi ed i beni attribuiti ai comuni.




icona top