Tasti di scelta rapida del sito: Menu principale | Corpo della pagina | Vai alla colonna di sinistra

AST | Recupero e diffusione degli inventari degli archivi toscani
Menu di navigazione
Home » Ricerca guidata » Complessi archivistici - Fondi » Visualizza scheda
stampa

Colonna con sottomenu di navigazione


Contenuto della pagina


Guardia nazionale

Livello: serie

Estremi cronologici: 1860 nov. 11 - 1868

Consistenza: 29 unità

Con decreto del 14 luglio 1859 1 e successivo regolamento del 16 luglio 2 , venne stabilito che, per ordinanza del Ministero dell'Interno, potesse essere formata, ovunque lo si reputasse necessario, una Guardia Nazionale i cui appartenenti dovevano rispondere a determinati requisiti.
Il 4 agosto 1861 venne promulgata la «legge relativa al riordinamento ed armamento della Guardia nazionale mobile», con la quale essa veniva istituita in tutto il regno 3 . In ogni comune venivano formate e corrette annualmente le liste degli aventi i requisiti che furono distinti in tre categorie: celibi o vedovi senza prole, ammogliati senza prole e ammogliati con prole. Sulla base di queste liste il consiglio di recognizione, istituito nei luoghi in cui avveniva la formazione dei battaglioni, provvedeva all'istituzione dei ruoli, iscrivendovi prima i volontari e, qualora non fosse stato completato il contingente richiesto, procedendo per ordine di età e di categoria.
Nell'archivio di Carmignano, oltre ai verbali del consiglio di recognizione, le liste, i ruoli e i registri di matricola, si conservano i registri di controllo o ruoli di compagnia, compilati dai capi di battaglione e dai capitani di compagnia, in cui risultavano iscritti i componenti di ciascuna di esse 4 . Restano inoltre i registri del consiglio di disciplina 5 .


icona top