Tasti di scelta rapida del sito: Menu principale | Corpo della pagina | Vai alla colonna di sinistra

AST | Recupero e diffusione degli inventari degli archivi toscani
Menu di navigazione
Home » Ricerca guidata » Complessi archivistici - Fondi » Visualizza scheda
stampa

Colonna con sottomenu di navigazione


Contenuto della pagina


Poste dei malfattori

Livello: serie

Estremi cronologici: 1697 - 1753

Consistenza: 1 unità

Il pagamento delle spese di giustizia e di alimenti dati nelle segrete ai «miserabili» era soggetto alla seguente procedura: i cancellieri dovevano accertare, in via preliminare, che bargelli e osti non avessero potuto essere rimborsati dai malfattori o dai loro parenti; dopo di ciò procedevano a far deliberare dal magistrato della comunità il pagamento da effettuarsi.
Questo era registrato tra gli assegnamenti del camarlingo che era tenuto ad effettuare la riscossione dai carcerati, dai loro parenti o comunque nel miglior modo 1 . Tale riscossione, come è possibile vedere, compariva sul dazzaiolo per la riscossione del decimino e testanti.


355(6)
Questo libro servirà per registro dele spese pagate dai Camarlinghi della Potesteria di Carmignano alla cassa del Fisco per le poste dei Malfattori di detta Podesteria per procurarne il rimborso contro de' medesimi, loro eredi o chi di ragione, cominciato al tempo di messer Vettorio del quondam Lorenzo Niccolini Sirigatti dottore di legge cittadino fiorentino e cancelliere per S.A.S. del Galluzzo e Carmignano quest'anno 1697
Contiene anche spogli di debitori del Fisco in conto di spese di malfattori della Comunità di Carmignano, 1732-1746.
Reg. leg. perg. cc. 110
1697 - 1753
icona top