Tasti di scelta rapida del sito: Menu principale | Corpo della pagina | Vai alla colonna di sinistra

AST | Recupero e diffusione degli inventari degli archivi toscani
Menu di navigazione
Home » Ricerca guidata » Complessi archivistici - Fondi » Visualizza scheda
stampa

Colonna con sottomenu di navigazione


Contenuto della pagina


Registri della Polizia municipale

Livello: serie

Estremi cronologici: 1887 mar. 9 - 1963 giu. 25

Consistenza: 13 unità

Con il regolamento del 1872 1 nel comune di Vinci furono istituite due guardie rurali, una per ogni sezione in cui era diviso il territorio comunale, con il compito di sorvegliare l'esecuzione dei regolamenti di polizia municipale e d'igiene e delle leggi di pubblica sicurezza. Nominate dalla Giunta 2 , dipendevano dal sindaco. Delegato dal sindaco, il segretario comunale aveva il compito di sorvegliare e dirigere il servizio; per questo doveva curare la distribuzione degli stipendi e tenere i Libretti di massa, il ruolo delle guardie ed un registro dove erano annotati i loro meriti e demeriti, le pene comminate ed il loro esito. La «rivista», per constatare lo stato della tenuta degli oggetti di corredo e delle armi, era mensile. Ogni guardia, in servizio permanente dal levare del sole fino alla mezzanotte, doveva fare rapporto giornalmente all'ufficio comunale di ciò che era avvenuto nella propria sezione; era per questo munita di un libretto sul quale registrava tutte le notizie stimate opportune nell'interesse del servizio e trascriveva i dati occorrenti per formulare i verbali delle contravvenzioni. L'allegato n. 4 del Regolamento della legge comunale e provinciale del 1899 3 stabili l'importanza della conservazione dei verbali delle violazioni e delle relative conciliazioni e, nelle «norme speciali», specificò che le guardie municipali e campestri dovevano annotare le multe da loro elevate in appositi registri, da conservarsi nei rispettivi uffici. Nonostante tale normativa i registri delle contravvenzioni ci sono pervenuti in maniera discontinua sino all'anno 1967, quando iniziarono ad essere conservati correttamente. I verbali sono invece conservati nel carteggio. Sono stati anche inseriti i registri degli incidenti sul lavoro redatti ancora oggi dalle guardie municipali nella loro veste di agenti di pubblica sicurezza.


icona top