Tasti di scelta rapida del sito: Menu principale | Corpo della pagina | Vai alla colonna di sinistra

AST | Recupero e diffusione degli inventari degli archivi toscani
Menu di navigazione
Home » Ricerca guidata » Complessi archivistici - Fondi » Visualizza scheda
stampa

Colonna con sottomenu di navigazione


Contenuto della pagina


Censimenti e stati di popolazione

Livello: serie

Estremi cronologici: 1843 - 1865

Consistenza: 2 unità

La gestione dello stato civile nella Toscana restaurata spettò ai parroci in qualità di ufficiali di anagrafe, sotto il controllo del cancelliere che ebbe invece l'esclusiva amministrazione dello stato civile degli individui di culto non cattolico. Nel 1841 si svolse il primo censimento del Granducato, i cui atti si trovano a Firenze, mentre negli archivi comunali - ed Uzzano non fa eccezione - sono conservati in genere gli aggiorna-menti mensili solo numerici che i cancellieri realizzarono negli anni successivi sulla base delle denunce dei parroci, i cosiddetti stati delle anime. Da essi derivavano gli stati di popolazione con cui erano aggiornati i dati sul movimento della popolazione, cioè le variazioni rispetto al censimento nel numero della popolazione residente ricavato ag-giungendo le nascite e le immigrazioni e sottraendo le morti e le emigrazioni. Nel 1861 si tenne invece il primo censimento dello stato unitario, i cui atti si ritrovano nell'archivio comunale.


669(H4; 103)
Stati di popolazione dall'anno 1843 a tutto l'anno 1865
Vi si comprendono: Stati di popolazione; Stati di famiglia; Estratti mensili dai registri parrocchiali dei battezzati, sposati e morti.
Busta
1843 - 1865
670(618)
Censimento della popolazione dell'anno 1861. Gonfaloniere Luigi Grassi
Contiene gli atti e le schede di famiglia del censimento della popolazione del 1861.
Busta
1861 - 1861
icona top