Tasti di scelta rapida del sito: Menu principale | Corpo della pagina | Vai alla colonna di sinistra

AST | Recupero e diffusione degli inventari degli archivi toscani
Menu di navigazione
Home » Ricerca guidata » Complessi archivistici - Fondi » Visualizza scheda
stampa

Colonna con sottomenu di navigazione


Contenuto della pagina


Tassa sui cani

Livello: sottoserie

Estremi cronologici: 1857 - 1861

Consistenza: 4 unità

Venne istituita con decreto del 3 luglio 1856 1 , destinando il ricavato a beneficio delle casse comunali. In ogni comune era prevista la tenuta di un apposito registro su cui annotare il numero e la specie dei cani in possesso di ciascun proprietario, che doveva presentare apposita denuncia al gonfaloniere. Spettava poi al cancelliere compilare il relativo dazzaiolo che veniva affidato al camarlingo comunitativo per la riscossione.


593
Dazzajolo della Tassa su i cani dell'anno 1857
Reg. cartone cc. 1-10
1857

...
594
Dazzajolo della Tassa su i cani dell'anno 1859
Reg. cartone cc. 1-10
1859
595
Dazzajolo della Tassa su i cani dell'anno 1860
Reg. cartone cc. 1-4
1860
596
Dazzajolo della Tassa su i cani dell'anno 1861
In allegato: Avviso di pagamento della tassa sui cani di Grassi Giovanni di Chiesina, 1861; Istanza di Francesco Fredianelli al gonfaloniere e priori della Comunità di Uzzano, 1868.
Reg. carta cc. n.n.
1861
icona top