Tasti di scelta rapida del sito: Menu principale | Corpo della pagina | Vai alla colonna di sinistra

AST | Recupero e diffusione degli inventari degli archivi toscani
Menu di navigazione
Home » Ricerca guidata » Complessi archivistici - Fondi » Visualizza scheda
stampa

Colonna con sottomenu di navigazione


Contenuto della pagina


Repertori delle assegnazioni icona e registri dei mandati icona

Livello: serie

Estremi cronologici: 1815 - 1865

Consistenza: 39 unità

Anche questo tipo di documentazione risale al regolamento del 1808 e continua ad essere prodotta anche al tempo della Restaurazione.
Si tratta dei registri in cui erano iscritte tutte le entrate e le uscite secondo le ripartizioni del bilancio preventivo e ciascuna partita è direttamente collegata alle scritture contabili; in particolare, nei repertori delle assegnazioni si iscrivevano le entrate e le uscite a titolo di competenza, nei registri dei mandati le operazioni di cassa effettivamente compiute.

La strutturazione della serie relativa, per Buggiano, è condizionata dal fatto che i due tipi di registro erano, per alcune annualità finanziarie, legati assieme mentre, in altri casi, costituivano unità archivistiche distinte.


icona top