Tasti di scelta rapida del sito: Menu principale | Corpo della pagina | Vai alla colonna di sinistra

AST | Recupero e diffusione degli inventari degli archivi toscani
Menu di navigazione
Home » Ricerca guidata » Complessi archivistici - Fondi » Visualizza scheda
stampa

Colonna con sottomenu di navigazione


Contenuto della pagina


Affari relativi ad opere e luoghi pii laicali

Livello: serie

Estremi cronologici: 17[4]4 - sec. XIX in.

Consistenza: 2 unità

Nell'introduzione alle serie dell'archivio dei cancellieri si accenna alla costituzione, nel quadro della politica di riforma dello Stato e di accentramento delle sue funzioni voluta dal granduca Cosimo I, del magistrato dei Nove conservatori alla cui sorveglianza vennero affidate, a partire dal 1561, anche le opere pie laicali, le confraternite, gli spedali etc. Così nell'archivio del cancelliere confluì anche tutta la documentazione prodotta da tali enti e ivi rimasero sino all'unità d'Italia. Fra il 1860 e il 1865, nel quadro del conflitto fra Chiesa e Stato unitario, tale materiale documentario venne considerato di natura ecclesiastica e pertanto se ne ordinò la restituzione alla Chiesa cattolica. Tale operazione, innaturale e priva di ogni fondamento dal punto di vista logico prima che archivistico, comportò lo smembramento e in molti casi la dispersione di fondi archivistici di estremo interesse e, soprattutto, intimamente collegati alla vita quotidiana delle comunità che ospitavano gli enti produttori, i quali venivano, a ragione, sentiti come parte del patrimonio storico di ciascuna di esse. Nel caso di Buggiano quasi tutta la documentazione delle opere pie è rimasta custodita presso l'archivio comunale, dato che queste istituzioni, in questo caso, ebbero anche rilevanti competenze di ordine istituzionale, comparabili, per altre aree dello Stato fiorentino, a quelle spettanti ai comunelli di podesteria. Per una discussione più approfondita sull'argomento si fa rinvio all'introduzione al presente inventario. Soltanto la documentazione delle opere posteriore all'Unità italiana fu raccolta e custodita presso gli archivi delle parrocchie di competenza e si trovano ora custodite presso la Curia vescovile di Pescia, nel fondo Archivi storici parrocchiali.



659(20; 1058)
Inventari dell'Opere et altri Luoghi Pii dal 1744 al 1774
Reg. leg. perg. cc. 1-98
17[4]4 - 1774
660(127; 213; 1180)
Filza di Istanze e Fogli diversi attinenti l'Opere addette alla Cancelleria del Borgo a Buggiano
Filza leg. perg. cc. 1-674
sec. XIX in.
icona top