Tasti di scelta rapida del sito: Menu principale | Corpo della pagina | Vai alla colonna di sinistra

AST | Recupero e diffusione degli inventari degli archivi toscani
Menu di navigazione
Home » Ricerca guidata » Complessi archivistici - Fondi » Visualizza scheda
stampa

Colonna con sottomenu di navigazione


Contenuto della pagina


Arruolamento militare

Livello: serie

Estremi cronologici: 1826 - 1864

Consistenza: 19 unità

Erano soggetti all'Arruolamento tutti i giovani sudditi domiciliati nel Granducato che stessero entrando nel ventunesimo anno di età e che venivano richiamati tramite editti all'inizio di ogni anno. Il cancelliere ministro del censo ebbe funzioni di segretario dell'arruolamento militare che gli furono affidate, nel 1826, da una nuova legge sull'arruolamento militare. Tale compito doveva essere svolto nell'ambito delle Deputazioni comunitative di leva, e affiancato alle funzioni di conservatore della documentazione relativa.1 Con ordine del 31 dicembre 1838 si dava indicazione di come le carte relative all'arruolamento militare detenute dai gonfalonieri venissero consegnate ai cancellieri comunitativi che le dovevano conservare e rilegare separando Comunità per Comunità.

A San Casciano non sembra accadere questa divisione: nelle sottoserie la documentazione condizionata nelle filze relativa indifferentemente alle tre comunità di San Casciano, Barberino e Montespertoli. In alcune unità sono presenti anche documenti relativ[i] al territorio di Greve.2



icona top