Tasti di scelta rapida del sito: Menu principale | Corpo della pagina | Vai alla colonna di sinistra

AST | Recupero e diffusione degli inventari degli archivi toscani
Menu di navigazione
Home » Ricerca guidata » Complessi archivistici - Fondi » Visualizza scheda
stampa

Colonna con sottomenu di navigazione


Contenuto della pagina


Entrate e uscite e saldi icona

Livello: serie

Estremi cronologici: 1421 - 1819

Consistenza: 37 unità

La contabilità comunitativa era affidata alla responsabilità di camarlinghi generali che, allo scadere della carica, erano tenuti a rendere il conto del loro operato. Le operazioni di riscossione delle entrate e di liquidazione delle spese, così come la contabilizzazione di tutti i movimenti di somme di denaro erano iscritte in registri di entrata ed uscita che venivano riscontrati da appositi incaricati del comune affiancati dal cancelliere comunitativo e poi, riportati su registri definitivi, dopo il riscontro, erano inviati al Magistrato dei Nove conservatori per un'ulteriore verifica. Di questo uso resta traccia soltanto per i registri più antichi (fino al 1508), dei quali restano frammenti delle due serie parallele (entrate e uscite e saldi). Dopo quella data sono conservati soltanto i registri dei saldi. I registri di questa serie documentano l'attività contabile del comune dal 1421 al 1808, con poche lacune. La durata in carica del camarlingo, inizialmente di sei mesi, a partire dalla metà del XVI secolo passò a dodici mesi. Dal 1421, anno cui risale il registro più antico, al 143, l'annualità amministrativa aveva inizio col mese di ottobre di ogni anno sino all'aprile successivo; a partire dal 143 e sino al 1774 esso comprende l'arco dell'anno solare, da gennaio a dicembre; dal 1775, infine e fino al 1808 i dodici mesi dell'amministrazione iniziavano col primo di maggio e terminavano al 30 aprile dell'anno successivo. Nei registri più recenti si nota la tendenza a confermare il camarlingo anno dopo anno per periodi anche piuttosto lunghi. I registri più antichi contengono, oltre alla contabilità del camarlingo generale, anche quella relativa ad altre amministrazioni. Questa documentazione, della quale si evidenzia il particolare interesse, è di volta in volta indicata nel contesto della descrizione dei volumi che la contengono.


icona top