Tasti di scelta rapida del sito: Menu principale | Corpo della pagina | Vai alla colonna di sinistra

AST | Recupero e diffusione degli inventari degli archivi toscani
Menu di navigazione
Home » Ricerca guidata » Complessi archivistici - Fondi » Visualizza scheda
stampa

Colonna con sottomenu di navigazione


Contenuto della pagina


Imborsazioni, tratte icona e squittini

Livello: serie

Estremi cronologici: 1790 - 1802

Consistenza: 1 unità

I membri degli organi del comune venivano nominati seguendo un processo articolato in tre fasi. La prima fase era detta 'squittino'; con essa si provvedeva a individuare i cittadini idonei a rivestire le cariche, secondo il censo, l'età ed eventuali requisiti particolari richiesti per alcune di esse. I nomi degli individui così selezionati venivano 'imborsati', cioè scritti su foglietti posti poi in apposite borse, una per ciascun ufficio comunale, in numero sufficiente a garantire l'avvicendamento delle cariche per un congruo periodo di tempo. Al momento fissato per il rinnovo delle cariche si provvedeva ad estrarre a sorte dalle relative borse (da cui il nome di 'tratta' che si dava a quest'ultima operazione) il necessario numero di foglietti. Quando anche l'ultimo dei nomi era stato estratto, si procedeva a un nuovo squittino e ad una nuova imborsazione. Fino alle riforme comunali leopoldine i verbali di queste operazioni venivano generalmente allegati in appendice agli statuti; a Buggiano, invece, è pervenuto, di tutta la documentazione prodotta, soltanto questo registro.


67(n. 28; 297)
Descrizione degli Imborsati, e Possidenti dal dì Primo Maggio 1775 a forma del Nuovo Regolamento Generale del 1762
Reg. leg. perg. cc. 1-80 poi n.n.
1790 mar. 29 - 1802 lug. 15
icona top